venerdì, dicembre 29, 2017

Yamakawa a Maison & Objet Paris 2018

Kani armchair

Dopo l’esposizione “Feels so Natural” a Palazzo Litta durante il Fuorisalone di Milano, il brand giapponese con più di 60 anni di storia sarà a Maison & Objet Paris di Gennaio 2018.

La collezione di arredi Yamakawa combina la semplicità e il rigore delle origini giapponesi (il brand nasce a Tokyo nel 1952) con la lavorazione in Indonesia del rattan più pregiato, piegato abilmente a mano secondo le tecniche più antiche.

Ormai sdoganato il suo utilizzo anche nell’interior, il rattan sta vivendo da qualche tempo una seconda giovinezza, testimoniata dal successo di questo bellissimo materiale naturale, non solo mai dimenticato e rimpianto da chi lo ricorda nella casa di bambino, ma amato anche da chi lo scopre oggi e lo apprezza per la leggerezza e lo spirito superecologico.

E gli arredi Yamakawa non solo hanno un’ identità non convenzionale e design ultracontemporaneo, ma sono realizzati col rattan migliore al mondo, che arriva dalle foreste pluviali del Kalimantan, Sulawesi e Sumatra, dove cresce alla velocità della luce e si riproduce incessantemente, dote che lo rende il materiale ecologico allo stato grezzo per eccellenza.
Yamakawa è anche la prima azienda giapponese un cui prodotto è stato selezionato per la permanent collection del MoMa di New York.

Kani Armchair

Riedizione poltroncina “Kani” disegnata da Toshio Yano negli anni ‘60 con seduta in rattan naturale o sintetico e struttura in metallo verniciato nero. ©Photo credits Francesca Ferrari

Sedia collezione Relation

Sedia dell’ultracontemporanea collezione cult “Relation” disegnata da Omi Tahara, giapponese doc, il cui leit motiv è proprio la “ relazione” tra il midollino intrecciato a mano utilizzato e l’anima in metallo che garantisce durata e stabilità.  ©Photo credits Francesca Ferrari

Maison & Objet Paris
19 – 23 Gennaio 2018
NOW! Design à Vivre
Hall 7_Stand B192 / C191

Share:

Tradizione e contemporaneità

Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese

I colori tenui e luminosi insieme agli arredi di design uniscono tradizione e contemporaneità in questo appartamento tipicamente milanese. Un progetto di ristrutturazione a cura dello studio di architettura Morigi 9 di Milano.

Fulcro dell’appartamento è il corridoio reso unico grazie al recupero e alla valorizzazione delle bellissime cementine del pavimento in pietra di Brera.

Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese
Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese
Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese
Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese
Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese
Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese
Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese
Ristrutturazione di un appartamento tipicamente milanese
Fotografo: Diana Lapin


Share:

giovedì, dicembre 28, 2017

Design, Moda, Arti Visive, Comunicazione: 10 figure professionali da aggiornare nel 2018

Il mercato chiama, la formazione risponde. Nuovi corsi IED Milano

Specializzare figure che rispondano in modo concreto e con approccio progettuale alle direzioni che il mercato ha già preso, sta prendendo o prenderà nell’immediato futuro: l’offerta formativa di Istituti come IED Milano corre su binari di questo tipo, forte anche di uno stretto legame con il mondo aziendale che consente un accurato monitoraggio delle reali necessità del mondo produttivo.

Su questa base e su un’attenta osservazione del mercato è possibile dunque individuare quali figure professionali in ambito creativo saranno particolarmente richieste e richiederanno un sostanziale aggiornamento professionale nel 2018.

Formare o aggiornare i professionisti del design, della moda, delle arti visive e della comunicazione è una sfida: le evoluzioni e le sollecitazioni del mercato del lavoro in questi settori richiedono grande elasticità, capacità di visione e comprensione dei mutamenti” commenta Davide Alesina Maietti, Coordinatore Accademico dell’Istituto Europeo di Design di Milano. “Ne consegue che anche la proposta di aggiornamento deve seguire questi criteri ed essere massimamente efficace, puntuale, mirata e soprattutto portare a risultati concreti che rappresentino una possibilità di cambiamento e di crescita per i professionisti.

Ecco, in particolare, le 10 figure professionali nelle discipline del Design, della Moda delle Arti Visive e della Comunicazione da aggiornare nel 2018 e che fanno parte dell’offerta di formazione avanzata e di specializzazione IED.

IED Milano

1. Big Data Specialist: attualmente non c’è discussione, in ambito digital marketing, che non includa il tema big data, ed è facile intuirne il motivo: sono un bacino inesauribile di possibili/preziose informazioni da sfruttare in chiave commerciale. Le aziende si sono o si stanno attrezzando per disporre di figure specifiche che se ne occupino, e sul mercato non ce ne sono ancora a sufficienza per rispondere a questa domanda.

2. Influencer Strategist: Come si misura un’attività con gli influencer? Qual è l’influencer giusto per me? Sempre più brand e agenzie si ritrovano con queste domande. Nel 2018 l’investimento in campagne con influencer incrementerà del +39% rispetto al 2017, segnale che l’influencer marketing è un fenomeno destinato a evolversi e non a scomparire. Oltre la digital strategy è, quindi, importante parlare di influencer strategy, in un percorso dedicato ai professionisti del digital per sviluppare, fra dati, creatività e strategia, le competenze necessarie per gestire campagne di valore per i brand insieme agli influencer.

3. Brand Extension and Licensing Manager: una figura che, in molte realtà, risulta sostanzialmente una novità e una necessità in un mondo sempre più competitivo e digitale. Condurre il brand attraverso collaborazioni con altre realtà, in “territori” non ancora esplorati ma dalle forti potenzialità richiede una visione strategica d’insieme nella gestione della marca solitamente non di competenza del tradizionale brand management. Il licensing, e in generale la brand extesion, possono essere una fonte notevole di sviluppo e fatturato per i brand e occasione per sviluppare content accattivanti per i propri clienti, per tutte le aziende che si trovano a competere in contesti sempre più instabili in cui sono richieste crescenti capacità d’innovazione e competitività

4. Vintage System Specialist: l’intercettazione di stili e tendenze nell’universo moda evidenzia una forte espansione del settore vintage che, però, non può ancora contare su figure professionali specialistiche. L’esperto del vintage, in grado di lavorare con un approccio multidisciplinare - dalla moda al design, dall’estetica alla comunicazione – basato su un metodo esperienziale e progettuale al tempo stesso, può colmare nel prossimo futuro questa lacuna.

5. Retail Designer e 6. Scenografo degli Eventi: non basta essere “solo” architetti o interior designer per fornire soluzioni creative specifiche che portino valore aggiunto e comunicativo al punto vendita o che rendano un evento un veicolo espressivo unico e identificabile. Un occhio strategicamente formato e competente in ambiti specifici e dinamici come quelli del retail e degli eventi è molto richiesto e apprezzato.

7. Illustratore grafico: la grafica e l'illustrazione sono (o dovrebbero essere) due attività professionali ben distinte: al graphic designer vanno le competenze per la gestione dello spazio e all'illustratore quelle di evocatore di emozioni. Nel lavoro quotidiano, per ragioni di tempi e di costi, non è invece così ed è richiesta una duplice e flessibile competenza: il graphic designer si trova nella condizione di dover realizzare immagini, disegni e illustrazioni; l'illustratore deve affrontare progetti articolati e utilizzare gli elementi di progettazione grafica. Quante possibilità si aprono unendo i due mondi già contigui?

8. Curatore di Mostre ed Eventi Artistici: L’attenzione all’Arte non va mai fuori moda; al contrario, si rinnova costantemente, proponendosi anche in chiave multimediale e immersiva. Lo dimostrano bene i dati di affluenza alle mostre di maggior richiamo attualmente in programma nelle principali città d’arte europee. Il curatore è una figura professionale di importanza basilare nel corrente panorama della comunicazione e dell'arte, che richiede competenze estetiche, interpretative, culturali particolarmente affinate e in continuo aggiornamento, unitamente a capacità tecniche ed organizzative. 

9. Lighting Designer: la luce è strumento troppo espressivo per non dedicargli attenzione e competenze tecniche specifiche. Gli stessi architetti e designer più affermati si rivolgono a lighting designer specializzati per definire il ruolo della luce all’interno delle loro realizzazioni. Oggi il lighting designer ha a disposizione tecnologie, nuove fonti luminose, strumenti elettronici di controllo della luce naturale e artificiale che rendono questa professione complessa ma estremamente creativa e ricercata.

10. Art Director: è sempre richiesto dalle agenzie creative, costantemente impegnate nell'ideazione e realizzazione di campagne che generino valore per il brand da trasformare in business. Una figura in continua evoluzione, che richiede un costante aggiornamento al contestuale dinamismo dei canali mediatici e delle tecniche esecutive.

In queste aree tematiche IED Milano offre corsi di specializzazione e formazione avanzata in formula week end e in fascia serale; per maggiori informazioni è possibile consultare il sito IED a questi indirizzi: https://www.ied.it/corsi/corsi-di-formazione-avanzata-ied-milano  e https://www.ied.it/corsi/specializzazione-milano.


IED - Istituto Europeo di Design - nasce nel 1966 dall’intuizione di Francesco Morelli. IED è oggi un’eccellenza internazionale di matrice completamente italiana, che opera nel campo della formazione e della ricerca, nelle discipline del Design, della Moda, delle Arti Visive, della Comunicazione e del Restauro. Si posiziona come scuola internazionale di Alta Formazione orientata alle professioni della creatività, con particolare attenzione al design nelle sue diverse e più aggiornate declinazioni. Il percorso di formazione ideale mira a condurre lo studente verso una preparazione a tutto tondo nella disciplina del Design prescelta, abbinando un programma Undergraduate a uno Postgraduate. IED conta su uno staff di più di 400 professionisti che collaborano con gli oltre 1.900 docenti, attivi nei rispettivi settori di riferimento, per assicurare il perfetto funzionamento delle 11 sedi: Milano, Torino, Roma, Firenze, Venezia, Cagliari, Como, Madrid, Barcellona, San Paolo, Rio de Janeiro.


Share:

8 appendiabiti di design perfetti per ogni ambiente

Appendiabiti di design

Dall'ingresso alla camera da letto, dal bagno alla cameretta dei bambini gli appendiabiti sono tra i complementi d’arredo più utili in una casa.

Gli appendiabiti sono un complemento d’arredo estremamente funzionale e importante in ogni ambiente domestico per tenere in ordine giacche, cappotti e accessori. Generalmente trovano la loro collocazione nell'ingresso, ma sempre più spesso altri appendiabiti sono presenti in bagno, nella cameretta e in ambienti di servizio.
Grazie alle tante soluzioni di design gli appendiabiti sono diventati da tempo elementi d’arredo originali, spesso ironici ed esteticamente belli.
Ecco per voi una selezione di 8 appendiabiti di design perfetti per ogni ambiente della casa.

Appendiabiti  Wardrope con 4 ganci cromato opaco by Authentics € 79,50 
Appendiabiti da parete Wardrope

Appendiabiti da parete o soffitto in lega di zinco verniciata e fune in poliamide di colore cromato. Wardrope può essere facilmente installato a soffitto mediante un gancio oppure a un montante a parete ed e' tenuta tesa da un peso in metallo. La forma di y è davvero particolare, dal'impressione che le y si muovano su e giu' sulla fune dell'appendiabiti. L'appendiabiti mantenendo la sua funzionalità gioca un ruolo da protagonista in tutti gli ambienti dalla zona living alla camera da letto fino ad arrivare al bagno. I 4 ganci si immobilizzano immediatamente non appena vi si appendono dei capi. Sorprendi la tua famiglia o i tuoi amici abbinando funzionalità e originalità: anche le azioni quotidiane possono essere indimenticabili.

Appendiabiti Scoreboard by We do wood  a partire da €105,00
Appendiabiti Scoreboard

Realizzato in bambù Scoreboard è un modello originale e innovativo, si puo' personalizzare a proprio piacere il numero e la posizione dei paletti appendiabiti. E' un elemento d'arredo versatile e pensato per poter essere cambiato ogni giorno a seconda delle esigenze. E' leggero e può essere facilmente appeso a parete.. Per ogni Scoreboard sono inclusi 12 paletti di differenti dimensioni con la testa colorata: ve ne sono 2 bianchi e 2 rosa lunghi 4 cm, altri 2 rossi e 2 blu di lunghezza pari a 8 cm e infine altri 4 ( 2 verdi e 2 celesti) di 12 cm. I paletti vengono posizionati in maniera inclinata nella scacchiera di fori presente sul piano dell'appendiabiti e possono essere spostati al bisogno. Si tratta di un elemento di design che arricchisce l'ambiente con un tocco di colore.

Appendiabiti Coat Frame by We do wood € 265,00 
Appendiabiti Coat Frame

Appendiabiti in bambu' ecologico dallo stile elegante e raffinato. Interamente fatto in bambu' Moso, risorsa eco-sostenibile, dispone di un telaio fisso, mentre le aste su cui si appendono gli abiti, che sono tre, possono essere calibrate, facendole scorrere per il lato corrispondente all'altezza.

Appendiabiti a pioli Hub by Umbra € 125,00 
Appendiabiti a pioli Hub

Hub è realizzato in legno di frassino, compatto e resistente, e acciaio rivestito in gomma. Versatile e multifunzionale, questo elemento d'arredo puo' essere utilizzato per appendere abiti o asciugamani, in camera da letto come in bagno o nell'ingresso di casa. La particolarità di questo oggetto è la sua estendibilità: in base allo spazio disponibile è possibile allargare o stringere la larghezza dei pioli con un semplice meccanismo a scorrimento. All’estremita' dei 4 pioli estendibili si trova inoltre una tacca aggiuntiva a cui appendere borse o sciarpe. Il rivestimento in gomma è funzionale, poiché evita che i capi scivolino a terra. Hub coniuga un design moderno ed elegante con la massima praticità.

Appendiabiti da terra pieghevole in noce Treee by Caon Arreda € 339,00 
Appendiabiti da terra pieghevole in noce Treee

Appendiabiti da terra in legno massello di varie essenze di colore scuro. Questo prodotto può essere posizionato in qualsiasi punto della casa in quanto non ha bisogno di essere fissato. La forma di albero è davvero originale ed elegante. L'appendiabiti, pur mantenendo la sua funzionalità, si arricchisce di dettagli estetici e diventa un vero e proprio elemento di arredo. Perfetto non solo per l'ingresso, Tree  gioca il ruolo da protagonista in tutti gli ambienti della casa. Un prodotto apribile con un gesto istintivo e facilmente stivabile, ideale anche per i piccoli spazi.

Appendiabiti da parete Fläpps con mensola bianco by Ambivalenz € 195,00 
Appendiabiti da parete Fläpps con mensola

Appendiabiti da parete in mutistrato di betulla e acciaio inox. La forma di mensola è davvero particolare: a prima vista sembra una normale mensola, ma guardando meglio ci si accorge che dispone dell'intelligente funzione di appendiabiti.

Appendiabiti Tojbox by Woud € 525,00
Appendiabiti Tojbox

Tojbox e' un appendiabiti realizzato solamente con legno puro. La sua caratteristica principale è la totale assenza di viti, colla o chiodi. L'appendiabiti Tojbox trova il suo spazio in molti ambienti, aiutando a tenere sotto controllo il disordine riponendo abiti, giacche, borse, oggetti. Un complemento originale e dalle forme essenziali che si adatta anche nei piccoli spazi. Tojbox lo si puo' sistemare in corridoio, ma anche in camera da letto o nella cabina armadio.

Appendiabiti Rack con 6 pomelli by By Wirth € 140,00

Appendiabiti Rack con 6 pomelli

Dalla chiara ispirazione nordica, l'Appendiabiti Rack trasforma gli spazi di casa con gusto e raffinatezza, introducendo un pizzico di originalità e praticità che non guasta mai. Lungo 13 cm per uno spessore di 1,8 cm, utilizza materiali semplici, ma al tempo stesso robusti ed esteticamente belli, per offrire il massimo della prestazione sostenendo efficacemente qualsiasi tipo di oggetto o capo di abbigliamento. Una bacchetta sottile e affusolata, realizzata in legno di quercia, viene sostenuta da 2 cinghie laterali in cuoio chiaro, facilmente fissabili al muro grazie a dei fisher. 

Se tra questi modelli avete trovato quello che fa per voi, li trovate in vendita nel noto e-commerce Lovethesign!

Share:

mercoledì, dicembre 27, 2017

Ultra Violet: come arredare casa con il colore pantone 2018

Scegliere gli accostamenti di colore

Dopo avervi presentato il nuovo colore PANTONE 2018, Ultra Violet, oggi vi proponiamo alcuni spunti per trasformare la vostra casa in un ambiente fantasioso e avveniristico, dominato da questa tinta brillante che infonde carica ed energia, senza perdere di vista l’armonia e l’equilibrio dell’insieme.
Sia che vogliate rivoluzionare la casa con scelte drastiche, sia che vogliate solo puntellare il vostro stile (persino il più classico) con tocchi di audacia e spirito visionario, qui di seguito vi daremo delle dritte per sfruttare al meglio tutte le potenzialità dell’Ultra Violet, color of the year 2018!

Scegliere gli accostamenti di colore
Il viola non è un colore facile e, come tutte le cose “estreme”, suscita pareri e visioni discordanti: o lo ami o lo odi! 
Con il suo aspetto maestoso ed imponente, il viola non incontra il gusto di chi, ai toni opulenti e sfarzosi, preferisce atmosfere più accoglienti e sfumature più discrete. Nello stesso tempo, però, possiede un lato chic ed elegante che rivela grandi potenzialità per l’arredamento di interni.
Secondo gli esperti, il segreto è saperlo abbinare nel modo giusto, accostandolo a tonalità che da un lato ne smorzino il lato “esibizionista”, dall’altro ne esaltino la capacità di caratterizzare gli ambienti con personalità.
A quali colori si abbina meglio? Per creare un look energico, si può osare con un intrigante contrasto con il verde lime o chartreuse, una tonalità “fredda” a metà strada tra il verde e il giallo. Per esaltare il suo lato raffinato, si può scegliere, invece, un accostamento con colori classici come il bianco ed il grigio.
Scegliere gli accostamenti di colore

Gli ambienti della casa in cui funziona meglio
Non essendo propriamente un colore rilassante, seppur definito “contemplativo”, l’Ultra Violet, con tutta la sua potenza espressiva, rende meglio negli ambienti della casa in cui non si trascorre la maggior parte del tempo, quali ingressi, corridoi, locali di servizio, ma anche la stanza e il bagno degli ospiti. 
In linea generale, il consiglio rimane quello di utilizzarlo su una sola parete della stanza, di accostarlo a colori luminosi come il bianco e di non eccedere nell’uso, ma riprendere solo alcuni complementi come i tappeti, le tende, una lampada di design o una poltrona, puntando sempre a creare un ambiente armonioso.

Complementi d'arredo Ultra Violet

Seppur brillante e carico di energia, per certi versi il viola è anche un colore “buio”, nel senso introspettivo del termine. Per bilanciare il suo carattere mistico e meditativo, è pertanto consigliabile usarlo solo nelle stanze in cui ci sia molta luce, evitando invece gli ambienti troppo piccoli, stretti o privi di fonti di illuminazione naturale. 

Ultra Violet in cucina
In cucina – stanza della convivialità per eccellenza – provate a dipingere le piastrelle della zona operativa con l'ultra violet e poi aggiungete qualche dettaglio, come due lampade-sfera pendenti e qualche accessorio per la tavola (piatti, sottopentola, tessili, ciotole ecc..). Il miglior risultato si ottiene ancora una volta con l’accostamento del bianco, anche se si sposa benissimo anche con l’acciaio e con le tonalità chiare del legno.

Ultra Violet in cucina

Ultra Violet in soggiorno

Ultra Violet nel soggiorno

In soggiorno l’ultra violet è perfetto per decorare la parete destinata alla tv, ma anche per creare un’atmosfera vigorosa grazie ad accessori strategici come i cuscini per il divano, il tavolino basso, i pouff o un grande tappeto.
Se volete osare ancora di più, scegliete un divano o una poltrona total violet, oppure alternate, nella composizione della parete tv, ante viola ad ante bianche o grigie: risultato elegante e originale al tempo stesso!

Ultra Violet in camera da letto

Ultra Violet in camera da letto


Per la sua notoria caratteristica di non conciliare il sonno, l’Ultra Violet non è molto adatto alla camera da letto, benché, qualora lo si usi in maniera parsimoniosa (per intenderci: non per pitturare le pareti), la brillantezza e l’audacia del viola può conferire ad un ambiente tradizionalmente austero e riservato, un tocco di calore, umorismo e originalità. Perciò, punterei sulle declinazioni del viola per plaid, biancheria da letto, tendaggi e decorazioni da parete. Ma anche per un unico pezzo d’arredo – una cassettiera di design, un comodino, una lampada - che sappia creare un grande impatto visivo.

Ultra Violet in bagno

Ultra Violet in bagno


Perché non usare il colore dell’anno anche in bagno? Se, come ci hanno spiegato i creativi di Pantone, Ultra Violet significa contemplazione, proiezione nel futuro e profondità di pensieri, allora il bagno, luogo ideale per rimanere soli con se stessi e far scorrere i pensieri, è l’ambiente della casa che meglio si adatta allo spirito riflessivo di questo colore! Perciò usatelo liberamente per decorare le piastrelle, per dipingere le pareti, per asciugamani e tappeti, per i mobili e persino per i sanitari! 




Share:

Scirocco H presenta la nuova piastra radiante ultrasottile Sunshine

Spessore di soli 14 mm per l’ultimo radiatore di design dell’azienda novarese

Con uno spessore di soli 14 mm, design minimale e una collezione di accessori altamente funzionali, Scirocco H, azienda specializzata nell’ideazione e realizzazione di termoarredi e prima realtà a produrre lo scaldasalviette in Italia, presenta la sua ultima creazione: Sunshine.
Ideato e realizzato dal reparto di ricerca e sviluppo Scirocco H Lab, Sunshine, che entra di diritto nella Design Collection insieme ai prodotti più iconici dell’azienda, è un termoarredo idraulico realizzato in lamina d’acciaio ad alta resistenza, che associa minimo spessore (14mm) ad una alta efficienza termica. Caratteristiche fondamentali che fanno di Sunshine un radiatore dall’estetica ricercata, elegante e dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Il suo design pulito e discreto e l’ingombro ridotto permettono di installarlo sia nella zona living che nella stanza da bagno.
termoarredo Sunshine grigio vulcano

Ad arricchire il radiatore firmato Scirocco H ci sono 3 tipologie di accessori, realizzati anch’essi in acciaio, il cui design è stato studiato per adattarsi perfettamente allo stile di Sunshine, completandone l’aspetto e incrementandone la funzionalità: un porta accappatoio verticale, un porta salviette e un appoggia salviette orizzontali.
Massima versatilità e personalizzazione cromatica grazie alla gamma colori composta da ben 65 tonalità, per creare la combinazione più adatta alla proprie esigenze tra corpo scaldante e accessori; dal tono su tono per un effetto sofisticato, all’abbinamento dei colori più accessi dei complementi associati al nero o al bianco del radiatore per creare un contrasto cromatico di sicuro effetto.
Termoarredo Sunshine bianco

Disponibile con installazione orizzontale o verticale Sunshine si può ordinare in 16 diverse misure dalla più piccola di 360x1200mm fino a quella di 735x2000mm.



Share:

venerdì, dicembre 22, 2017

Tavola di Natale: idee per una mise en place perfetta

idee last minute per decorare la tavola di Natale

Per chi non ha avuto tempo di pensare alla tavola di Natale, ecco qualche ispirazione che vi aiuterà a creare una mise en place in perfetto spirito natalizio.

Per decorare la tavola di Natale occorre innanzitutto scegliere un tema che fungerà da filo conduttore di tutto l’allestimento, ad esempio un colore specifico oppure un elemento decorativo. Fatto ciò dovrete solo sfoderare un pò della vostra fantasia e giocare con le decorazioni, spaziando dalle candele ai classici rami di pino o eucalipto, piccoli alberelli stilizzati da posizionare al centro della tavola o mini alberi di Natale, ma anche stelle, rametti di bacche. Non dimenticate di pensare ai segnaposto per ogni commensale, i legatovagliolo e magari aggiungendo anche un simpatico porta menù.
Abbiamo scelto una serie di mise en place che racchiudono tutta la magia del Natale, attraverso tante decorazioni facili da realizzare.
Prendete spunto dalle immagini che seguono e iniziate a preparare tutto l’occorrente per creare la vostra mise en place perfetta!

idee last minute per decorare la tavola di Natale
idee last minute per decorare la tavola di Natale
idee last minute per decorare la tavola di Natale
idee last minute per decorare la tavola di Natale
idee last minute per decorare la tavola di Natale
idee last minute per decorare la tavola di Natale
idee last minute per decorare la tavola di Natale
idee last minute per decorare la tavola di Natale
idee last minute per decorare la tavola di Natale
immagini via Pinterest

Share:

giovedì, dicembre 21, 2017

Il colore di WILSON&MORRIS a Milano


Il meraviglioso mondo del colore Wilson&Morris si può scoprire a Milano all’interno dello Studio Pisk, in una delle zone più creative e ricche di atelier artigianali della città situata tra i Navigli e Sant’Ambrogio. 

Per Wilson&Morris si tratta della prima vetrina su Milano in uno spazio che rispecchia la filosofia dell’azienda.

Studio Pisk infatti è un laboratorio, un punto di scambio, di consulenza e di progettazione, un luogo dove si vive l’emozione del colore che diventa protagonista dell’ambiente.
All’interno dello studio è possibile trovare una panoramica dei prodotti Wilson & Morris (Le Pitture, Le Calcine e Petra), contestualizzati in uno spazio curato nei più piccoli dettagli e frutto del “tocco personale e distintivo” di Vanessa Pisk.

Le pitture decorative WILSON&MORRIS all’interno dello Studio Pisk

Le Pitture decorative che l’azienda propone sono disponibili in tre finiture: Emulsion Matt (pittura a base acqua dall’aspetto opaco e vellutato al tatto adatta a pareti e soffitti interni), Emulsion Eggshell (smalto con finitura a guscio d’uovo, opaca, liscia, lavabile adatta a pareti e supporti in legno e metallo, incluso i radiatori) e Osmos (pittura a base d’acqua con finitura opaca e semicoprente con effetti di trasparenza e patinature uniche, adatta a tutte le superfici). 

Le Calcine sono pitture a base di grassello stagionato, rinforzi acrilici, colorate con terre e ossidi naturali che regalano al colore un effetto materico unico. I 60 colori presenti all’interno della palette si declinano in tre diverse finiture: Tinteggio, Mantova e Stucco.
Petra invece è un rivestimento cementizio per pareti e pavimenti che, grazie al suo spessore di 3,5 mm e alla sua elevata aderenza, può essere utilizzato sia nelle nuove costruzioni che nelle ristrutturazioni.

Ogni tonalità firmata Wilson & Morris è frutto di una costante ricerca e di grande attenzione ai trend del momento. Dai colori più accesi a quelli più delicati, dai colori più scuri a quelli più chiari, ogni sfumatura viene scelta con meticolosità perché, per Wilson&Morris, il colore è la vera essenza dell’interior design.

Le pitture decorative WILSON&MORRIS all’interno dello Studio Pisk

Per Wilson&Morris lo Studio Pisk è un’occasione per fare “emozionare con il colore” Milano e far conoscere alla città la filosofia del brand che, in poco tempo, ha saputo valorizzare sul mercato italiano l’importanza del colore come elemento decorativo in tutte le sue declinazioni. 

Share:
© Blog di arredamento e interni - Dettagli Home Decor | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig