mercoledì, ottobre 17, 2018

La Classic Collection di H&M Home

H&M presenta la nuova Classic Collection per la stagione autunno-inverno 2018-19.

H&M presenta la nuova Classic Collection per la stagione autunno-inverno 2018-19.

Una linea per la casa che si compone di biancheria e accessori tradizionali e raffinati, dai colori armoniosi e materiali di qualità.


Per la camera da letto non possono mancare delle candide lenzuola bianche, eleganti vasi in vetro e accessori dalle linee delicate. Per il bagno, invece, i morbidi asciugamani in cotone 100% biologico trasformeranno lo spazio in una vera e propria oasi di benessere.

H&M presenta la nuova Classic Collection per la stagione autunno-inverno 2018-19
H&M presenta la nuova Classic Collection per la stagione autunno-inverno 2018-19
H&M presenta la nuova Classic Collection per la stagione autunno-inverno 2018-19
H&M presenta la nuova Classic Collection per la stagione autunno-inverno 2018-19
H&M presenta la nuova Classic Collection per la stagione autunno-inverno 2018-19
H&M presenta la nuova Classic Collection per la stagione autunno-inverno 2018-19

Per acquistare i nuovi prodotti della Classic Collection clicca qui


Share:

Il radiatore ideale? Di design e sostenibile


Dal project lab di FIORA, affermata azienda spagnola che opera da tempo nel settore dell’arredobagno, nasce la necessità di fornire diverse soluzioni per il riscaldamento, senza porsi limiti di progettazione. Da qui la creazione di elementi che rappresentano l'innovazione attraverso un design allo stato puro, in grado di offrire un valore estetico compatibile al 100% con il design di tutta la casa, non solo in bagno.

L’ultimo arrivato nella famiglia FIORA è CELSIUS, il radiatore ad acqua ecosensibile spesso solo 13 mm e caratterizzato da un’ampia superficie radiante. Il termoarredo ad acqua, dotato di un cuore tecnologicamente all'avanguardia, può arrivare a una resa calorifica superiore del doppio rispetto ad un tradizionale scaldasalviette.

radiatore ad acqua Celsius di Fiora

30 i colori disponibili, 6 le finiture: Ardesia, Venezia, Stuco, Saco, Oak, Liso. Le altezze sono tre: mm 1820X540 (resa potenza 1505 W) mm 1520X540 (resa potenza 1258 W) mm 1220x540 (resa potenza 1003 W) tutte con spessore 13 millimetri.

radiatore ad acqua Celsius bianco di Fiora

CELSIUS è dotato di valvola di sfiato, - ideale per l’uso nei condomini – e di doppio rubinetto con sistema di regolazione e apertura che consente di mantenere la temperatura delle stanze senza disperdere energia e limitando i consumi energetici. L’ingresso e l’uscita del radiatore è da ¾ di pollice.

Tra i radiatori elettrici, VULCANO è la proposta moderna di FIORA: dotato di sistema di  controllo della temperatura incorporato è ideale per risolvere tutte le situazioni nelle quali non è possibile installare un impianto idraulico.

radiatore elettrico Vulcano di Fiora

Le texture disponibili sono 6: Rosa, Ardesia, Semi, Fili, Ardesia laminata, Rustica, tutte disponibili in 70 colori.
Le misure: mm 500 x 1200 (525W/451kcal), mm 500 x 1500 (700W/602kcal), mm 500 x 1800 (800W/688kcal).

colori radiatori elettrici Vulcano di Fiora

Tutti i radiatori FIORA sono realizzati in Silexpol®, materiale riciclabile brevettato e formato da una miscela naturale omogenea di silicio e quarzo agglomerata con un polimero; è totalmente idrorepellente e risulta antibatterico e antimuffa grazie all’uso di moderne nanotecnologie. Il materiale è totalmente ripristinabile in caso di rotture e garantito 5 anni.

Share:

martedì, ottobre 16, 2018

Catalogo Ikea 2019: 10 imperdibili complementi d'arredo per l'autunno

Il Catalogo IKEA 2019 è ricco di novità, con soluzioni adeguate a ogni situazione

Il catalogo IKEA 2019 è ricco di novità, con soluzioni adeguate a ogni situazione. Naturalmente soluzioni ingegnose, di stile e accessibili, pensate per arredare ogni angolo della casa.

Ecco per voi 10 imperdibili complementi d’arredo per l’autunno scelti dal nuovo catalogo IKEA 2019!



zerbino MEJLS

Lo zerbino MEJLS, dal basso impatto ambientale, è perfetto per accogliere i tuoi ospiti. I nuovi zerbini, in poliestere ricavato da bottiglie di plastica riciclate, permettono di utilizzare risorse che altrimenti verrebbero sprecate. Questi zerbini sono riciclabili e realizzati con una tecnica di stampa digitale che permette di colorare il materiale in modo più sostenibile. Lo zerbino MEJLS ha anche il dorso antiscivolo.

serie IVAR Ikea

Pensi di non avere spazio a sufficienza? Ricrediti. Con gli elementi della serie IVAR puoi comporre una soluzione chiusa adatta a tenere in ordine i tuoi tesori preziosi, come gli album fotografici o l’occorrente per il tuo hobby preferito. Questa soluzione offre anche una comoda superficie su cui esporre i piccoli oggetti speciali che contribuiscono fortemente a personalizzare l’ambiente.

lampada SJÖPENNA con paralume in carta

L’atmosfera è importante. Quando scegliamo i mobili, spesso diamo priorità a colore e forma, ma, per creare una stanza in cui stare veramente bene, texture e qualità della luce sono altrettanto importanti. In questo ambiente l’obiettivo è la morbidezza, con soffici plaid, cuscini vaporosi e velate tende che filtrano i raggi del sole. E con la luce calda e diffusa di una lampada SJÖPENNA con paralume in carta.

set di tavolini GRANBODA

Il set di tavolini GRANBODA in tonalità tenui e sfumate è funzionale e ha un aspetto elegante. I tavolini sono sempre a portata di mano per lavorare, fare uno spuntino o giocare. Li puoi usare dove preferisci, e quando devi fare spazio basterà impilarli in un angolo e non ingombreranno la stanza.

pouf DIHULT Ikea

Quando in casa servono delle sedute extra, i pouf sono una valida soluzione. I pouf DIHULT sono morbidi e allegri elementi che puoi posizionare dove vuoi; e quando non servono, basterà appenderli alla parete per liberare la superficie a terra.

tappeto AVSIKTLIG a pelo corto

Per rendere più accogliente il soggiorno non può assolutamente mancare un tappeto. AVSIKTLIG è un tappeto a pelo corto durevole, resistente alle macchie e di facile manutenzione poiché è in fibre sintetiche. Il pelo spesso attutisce i suoni e offre una superficie morbida su cui camminare.

sedia trasparente TOBIAS

Per il tavolo da pranzo in cucina o nel soggiorno, la sedia trasparente TOBIAS ha un design elegante e misurato, che sta bene ovunque!

carrello BROR

Il carrello BROR ha un piano d’appoggio in legno che dona stile a questo sistema di scaffali molto resistente. Il suo design industriale, caratterizzato da linee semplici, si adatta a qualsiasi ambiente. Realizzato in acciaio galvanizzato con rivestimento a polvere nero.

tende oscuranti MAJGULL

Un sano riposo oggi significa una vita più sana e felice domani. Con le tende oscuranti MAJGULL, la camera da letto sarà un luogo più intimo e sereno in cui riposare.

attaccapanni KUBBIS Ikea

Se in camera quasi tutto è riposto dietro ad ante e frontali, puoi permetterti una soluzione a giorno come l’attaccapanni KUBBIS senza cedere a compromessi in termini di ordine. Rimarrà in vista solo il necessario per domani, e il tuo risveglio sarà più dolce e piacevole. 


Share:

Ristrutturare le case in pietra

casa in pietra


Pietre robuste, mura spesse, solai resistenti. Ecco che cosa si deve valutare prima di ristrutturare un vecchio edificio di pietra.

Il fascino delle vecchie case in pietra è innegabile: gli spazi raccontano una storia e, nello stesso tempo, si prestano a essere rinnovati rispecchiando le attuali esigenze abitative.
Quando si ha intenzione di acquistarne una che non ha mai subito un intervento di ristrutturazione, occorre valutare esattamente lo stato, il tipo di pietra con cui è stata costruita e la solidità della struttura. Per una ristrutturazione di successo è inoltre necessario affidarsi ad un progettista esperto in questo genere di lavoro.

La prima verifica da effettuare è quella sulle pietre, che devono essere ben legate tra loro, oppure alternate a file di mattoni che rendono omogenea e ordinata la trama del muro. E’ poi fondamentale controllare lo spessore dei muri, che rivela la destinazione originaria dell’edificio. Spesso le costruzioni in pietra fungevano da ricovero per gli attrezzi o da fienili e, di conseguenza, i muri erano sottili in quanto non dovevano sopportare particolari carichi e sollecitazioni.

casa in pietra in fase di ristrutturazione

Quando invece ci si trova di fronte a strutture di notevole spessore, con le pareti scandite in modo regolare da finestre di buona ampiezza, significa che la costruzione era nata come abitazione. Finestre piccole e soffitti molto bassi, al contrario, sono tipici degli edifici rurali. Anche la presenza dell’intonaco, che veniva applicato all’interno e all’esterno, o solo all’interno, svela l’origine domestica dell’edificio.

muri in pietra

In fase di ristrutturazione, per dare risalto alla pietra, è necessario rimuovere il vecchio intonaco e stuccare bene gli interstizi. Per quanto riguarda le pietre, è opportuno accertarsi che non siano di tipo friabile, come lo sono ad esempio le arenarie, o tendenti allo sfaldamento, ma che siano compatte, come quelle granitiche.

Tra gli interventi che spesso si rivelano necessari, c’è la sostituzione delle vecchie travi, quasi sempre inadeguate a sopportare i carichi. Anziché sfilarle, è consigliabile tagliarle a filo muro e sostituirle con nuove travi più robuste, da scegliere preferibilmente in materiali meno pesanti del cemento armato, come il legno e il ferro. Se proprio si vogliono conservare le travi esistenti, è d’obbligo una verifica da parte di uno strutturista.

casa in pietra ristrutturata

Infine, se la casa contiene arcate o volte, è più sicuro lasciarle intatte. E, per un fatto estetico, sono assolutamente da evitare i rappezzi sulla pietra: molto meglio coprire tutto con il colore.

Share:

lunedì, ottobre 15, 2018

Un casale di pietra 100% ecosostenibile

dettagli home decor

La trasformazione di una vecchia casa colonica in Spagna nel segno della sostenibilità e nel pieno rispetto per la natura

La casa si trova nella città di Girona, nel Bajo Ampurdán, territorio di artisti come Dalí. I suoi spessi muri di pietra e le tecniche di costruzione originali sono state, per così dire, la tela bianca su cui il designer Joan Lao e famiglia, hanno deciso di creare una nuova casa che al tempo rappresentasse il loro lavoro di artisti. 
Per Joan Lao, non c'è divisione tra architettura e interior design , e la casa è il frutto di un processo creativo che integra gli interni e l'ambiente circostante in modo armonico. Sono state curate nei dettagli le trame e le finiture del progetto, lavorando con pietre naturali e legni naturali invecchiati, argilla e calce. Anche per quanto riguarda i tessili sono stati selezionati solo tessuti naturali
Il primo intervento ha riguardato lo studio del lay out per organizzare gli spazi necessari per vivere, creare, esporre, incontrare e presentare le opere artistiche e le nuove collezione di Adalina Coromines, moglie di Joan Lao. In corso d’opera sono state recuperate delle volte in pietra, delle ceramiche e delle pareti in pietra. E’ stato un lavoro di ricerca quasi archeologica, ma ciascuno dei dettagli ha contribuito a dare forma alla nuova casa che è anche un laboratorio di arte.
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decor
dettagli home decorr
dettagli home decor
dettagli home decor


Share:

venerdì, ottobre 12, 2018

Vescom +Print e CBRE per un progetto workplace 360

Nuovi uffici CBRE in piazza Affari a Milano

Innovazione e certificazioni, unite alla possibilità di personalizzazione dei rivestimenti murali Vescom +Print con stampa digitale, l’hanno resa un alleato ideale per il progetto dei nuovi uffici di CBRE in Piazza Affari a Milano, frutto di una rivoluzione del modo di lavorare in azienda.


CBRE, leader al mondo nella consulenza immobiliare, ha scelto i wallcovering Vescom +Print per dare alle sue sale riunioni e agli ambienti comuni un’immagine unica e in linea con l’home design, la filosofia progettuale alla base dei nuovi uffici, dove ogni dettaglio è stato curato nei minimi particolari con l’obiettivo di innovare senza rinunciare al comfort e all’identità degli spazi.

Nuovi uffici CBRE in piazza Affari a Milano
Nuovi uffici CBRE in piazza Affari a Milano

Il concept dei piani si ispira infatti ad alcuni quartieri storici milanesi. 2500 mq sviluppati su tre livelli: il primo piano è dedicato ai Navigli, il secondo a Brera. Il sesto, vera e propria vetrina di CBRE in Italia, è invece un tributo al Quadrilatero della Moda. I nomi degli OFAD (office for a day) e delle sale riunioni, le cui pareti sono state rivestite con wallcovering Vescom personalizzati, così come i colori e la pavimentazione, richiamano la tipicità dei quartieri a cui i piani si ispirano.

Nuovi uffici CBRE in piazza Affari a Milano
Nuovi uffici CBRE in piazza Affari a Milano

Attualmente è in corso la procedura per ottenere la certificazione WELL da parte dell’International Well Building Insitute (IWBI) che pone al centro dell’attenzione il benessere delle persone che abitano uno spazio. Il protocollo WELL ha guidato anche la scelta dei materiali che vedono appunto coinvolta Vescom con i suoi rivestimenti, un valore aggiunto in molti progetti grazie all’altissima risoluzione della stampa nelle dimensioni desiderate, alle 7 superfici disponibili, tra cui la Langor a tutta altezza, indicata persino per le pareti più grandi, con una stampa full-colour senza giunte fino a 3.15 metri di altezza e 30 metri di larghezza, nonché all’assistenza accurata e puntuale da parte dell’azienda, dalla fase creativa a quella di posa.

Nuovi uffici CBRE in piazza Affari a Milano


Abbiamo scelto Vescom perché rappresenta il top di gamma nel settore dei rivestimenti murali e offre una qualità senza eguali. E’ inoltre l’unico fornitore che offre la possibilità di coniugare le esigenze di personalizzazione e di decorazione: abbiamo infatti scelto personalmente ogni foto e immagine da trasformare nei rivestimenti murali, senza dover selezionare da campioni già esistenti.” dichiara Alberto Cominelli, Responsabile del team di Project Management interno a CBRE che si è occupato della progettazione dei nuovi spazi, con il supporto dell’interior designer Efrem Milia.

Nuovi uffici CBRE in piazza Affari a Milano
Nuovi uffici CBRE in piazza Affari a Milano


Share:

Piante da interni per l'autunno

sei piante da appartamento più facili da curare

Le piante verdi e da fiore sono un elemento prezioso per le nostre case: arredano e decorano aggiungendo un tocco di colore all’ambiente, inoltre contribuiscono a rendere più salutare l’aria che respiriamo.

Non tutti abbiamo il pollice verde e per non rinunciare a bellissime piante da interni per l’autunno, possiamo sempre acquistare quelle più resistenti e facili da curare!
Le piante grasse sono indubbiamente tra quelle piante che richiedono meno cure e attenzioni. Oltre a queste vi sono la Dieffenbachia, una pianta sempreverde che può raggiungere i 2 metri di altezza, adatta ad ambienti poco luminosi anche se il terreno deve sempre essere umido; il Pothos, una pianta rampicante con foglie decorative che richiede anch’essa poca luce, oppure lo Spatifillo, una pianta da cui sbocciano bellissimi fiori bianchi. La Sansevieria, invece, è una pianta da interni in grado di crescere sia in ambienti bui che in spazi molto luminosi, ma non sopporta l’umidità così come i ristagni d’acqua, quindi deve essere innaffiata con moderazione. Grazie alle sue foglie carnose questa pianta può resistere a lungo senza acqua. Anche il Ficus, una delle piante da interni più diffusa, è facile da coltivare, ma richiede molta luce e deve essere bagnata solo quando il terreno è asciutto. Durante l’inverno generalmente tende a perdere qualche foglia ma con l’arrivo della bella stagione si riprende immediatamente. Infine, la Chamaedorea, una pianta che ricorda le classiche palme ma decisamente più piccola. Può essere coltivata facilmente in casa, non richiede tanta luce ma il terreno deve essere molto fertile.

Attenzione, anche se acquistate delle piante da interni resistenti, dovrete comunque seguire qualche regola per farle crescere bene!


piante da appartemento resistenti

Partiamo dalla luce elemento fondamentale per quasi tutte le piante, ad esclusione delle piante sempreverdi che vivono bene anche in ambienti scarsamente illuminati. Per le piante da appartamento che necessitano di tanta luce solare, questa non dovrà mai essere diretta perché le foglie si brucerebbero.
La temperatura interna si deve aggirare intorno ai 18° – 20°C e ricordate che non tutte le piante da interni amano stare vicino ai termosifoni. In previsione dell’accensione, disponete lontano dalle fonti di calore quelle più sensibili, come potos, kentia e dieffenbachia. Anche le piante grasse che stanno all’aperto d’estate e si portano in casa in autunno non vanno tenute al caldo. Per loro, scegliere una posizione molto luminosa, ma la più fresca possibile. Questi semplici gesti, oltre a evitare che le piante ingialliscano, servono a dare un nuovo look all’arredo verde di casa.

Cura e manutenzione delle piante da appartamento

Durante i mesi invernali le piante da interni devono essere innaffiate solo quando la terra è asciutta. Se il vostro lavoro vi porta ad essere spesso fuori casa, le piante grasse sono tra quelle piante che resistono per brevi periodi anche senza essere innaffiate.

Le piante che fioriranno in primavera, come ad esempio azalee, rododendri e camelie, hanno bisogno di essere nutrite con del fertilizzante. In questo caso il consiglio è di utilizzare un fertilizzante granulare in quanto verrà assorbito dalla pianta in modo graduale nell’arco di tre mesi.

Share:
© Blog di arredamento e interni - Dettagli Home Decor | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig