venerdì, giugno 15, 2018

Pavimenti per esterni: continuità stilistica fra indoor e outdoor

pavimento collezione Urbanature 20mm di Panaria Ceramiche

La scelta di materiali in armonia fra loro è importante per conservare una continuità stilistica tra l'indoor e l'outdoor. 


Grazie alle elevate caratteristiche tecniche di ingelività, resistenza allo scivolamento e ai carichi di rottura, durabilità e assenza di manutenzione, i prodotti di Panaria Ceramiche caratterizzati da uno spessore di 20 mm,  valorizzano ulteriormente la vita all’aria aperta con soluzioni ideali per arredare con gusto Made in Italy l’outdoor della propria casa. 

pavimento Primestone 20mm di Panaria Ceramiche

Primestone amplifica le potenzialità estetiche e funzionali delle lastre ceramiche Panaria, per offrire nuove soluzioni compositive che estendono la continuità visiva, fra interno ed esterno, di una superficie dal fascino esclusivo.

pavimento collezione Wood Chic 20mm di Panaria Ceramiche

La collezione Chic Wood si adatta a qualsiasi spazio e destinazione d’uso in ambito residenziale e commerciale, e si estende anche agli spazi outdoor in due versioni per esterni per piacevoli applicazioni con posa diretta su ghiaia, erba, sabbia e massetto.

pavimento collezione Horizon 20mm di Panaria Ceramiche

La collezione Horizon si compone, invece, di diversi formati modulari e di una ricca gamma di decori e pezzi speciali per un utilizzo in interni ed esterni. Nasce un nuovo concetto di pietra ceramica: calibrato e raffinato nell’estetica per trasferire atmosfere calde e avvolgenti a ogni tipologia di ambiente.

La bellezza di superfici dall'estetica naturale e raffinata e le qualità distintive del gres porcellanato laminato, sono ideali per spazi che non pongono limiti alla creatività. Superfici con elevate prestazioni tecniche unite ad uno stile unico e personale, in grado di adattarsi ad ogni contesto. 

Share:

giovedì, giugno 14, 2018

Il lusso sui tetti di Monaco: un panoramico angolo di relax in HI-MACS

Townhouse Terrace - Foto di: © Melanie Gotschke

Monaco. Ci troviamo sul tetto di un edificio nel centro, dal quale si gode di una vista mozzafiato sulla capitale e sulla limitrofa catena alpina. Qui, una terrazza in  HI-MACS® offre ai suoi proprietari la possibilità di ritagliarsi momenti di relax lontani dal caos della metropoli. Nel suo progetto nulla è lasciato al caso: il pavimento, la cucina e l’arredo, in poco più di 60 mq creano infatti un ambiente armonioso davvero unico, in stile mediterraneo. La forma del tetto dell’edificio, in origine inclinato e rivestito di rame, è stata modificata per accogliere la superficie calpestabile, realizzata con un’anima in lastre d’acciaio. Sopra di esse è stata poi installata una pavimentazione in listoni di  HI-MACS® nella tonalità “New Moon”. Il materiale solid surface, grazie alle sue caratteristiche, è in grado infatti di sopportare le intemperie e i raggi UV conservando il suo aspetto brillante, perfetto anche per impieghi in ambienti outdoor.

Townhouse Terrace - Foto di: © Melanie Gotschke

L’armonia e la leggerezza tipiche dei paesaggi del mediterraneo sono state portate su questa terrazza nel cuore dell’entroterra tedesco, grazie ad arredi che si sviluppano sui toni neutri e freschi, e a forme semplici, modellate al centimetro.  Tutt’attorno, poi, una balaustra in vetro cinge la terrazza senza porre limiti con il vasto e incantevole panorama circostante.  

Townhouse Terrace - Foto di: © Melanie Gotschke

Caratteristica è la zona relax, con un’ampia piattaforma lounge, a ferro di cavallo, realizzata con una solida base in HI-MACS®. La stessa, alle estremità si trasforma poi in tavolini e piani d’appoggio in differenti altezze e forme, che all’occorrenza possono essere nascosti all’interno del sofa. Completano la zona salotto due tavoli centrali, anch’essi in HI-MACS®.  La superficie impermeabile grigio chiaro di HI-MACS® quasi incornicia gli elementi circostanti, in diversi toni d’azzurro. Gli arredi, così, belli ma discreti, non distolgono l’attenzione dalla magnificenza del panorama, pur conferendo un aria estiva all’ambiente.

Townhouse Terrace - Foto di: © Melanie Gotschke

Per momenti di ristoro è stata installata una stazione cucina in HI-MACS® che, in soli 150 cm di lunghezza, offre spazio a sufficienza per organizzare pasti e spuntini. Un blocco senza giunzioni visibili fornito di tutti i comfort, e che quando non utilizzato si può nascondere alla vista grazie a un top reclinabile in HI-MACS®, resistente alle intemperie. 

Townhouse Terrace - Foto di: © Melanie Gotschke

Una grande vela da sole Soliday, connessa a una struttura in acciaio inossidabile, crea una piacevole zona d’ombra che rende ideale lo spazio anche durante i momenti più caldi della giornata.

Townhouse Terrace - Foto di: © Melanie Gotschke


Acqua, sole e brezza su un livello differente troviamo una seconda terrazza, caratterizzata da un grande complemento a scatola, in HI-MACS®, sulla cui sommità sono stati posizionati i lettini prendisole. Grazie a un sistema di solide cerniere in acciaio, questa postazione solarium si può tuttavia facilmente trasformare in un pratico ricovero impermeabile per teli da bagno e altri utili accessori. 

Townhouse Terrace - Foto di: © Melanie Gotschke

In questo contesto, dove sole e brezza fanno da padroni, troviamo infine anche l’acqua, rappresentata da una magnifica fontana mosaicata con larghi bordi dove potersi sedere e godere del refrigerio. Progetto unico nel suo genere, la fontana è realizzata con tasselli in HI-MACS® di vari colori che la rendono super-resistente. Il sistema di tubazione, nascosto all’interno della struttura in solid surface, è così completamente riparato dal gelo, al punto da superare senza problemi anche i freddi inverni bavaresi.

Il progetto è riuscito a rispettare lo spazio circostante creando un ambiente non solo integrato in esso, ma anche in grado di valorizzarlo, giocando con le sue forme e i suoi colori. Un angolo di mediterraneo in Germania, magnifico ma anche estremamente pratico, pensato per durare negli anni. Un angolo di paradiso…in HI-MACS®

Informazioni sul progetto: Townhouse Terrace 
Progettazione e fabbricazione: Karl Dreer GmbH, Germania, www.dreer-gmbh.de
Materiale: HI-MACS®, New Moon, Ice Queen, Babylon Beige, Grey, www.himacs.eu
Foto di: © Melanie Gotschke

Share:

Nasce VOGLIA di DETTAGLI home magazine

Prima uscita per un nuovo Magazine Online sul mondo della casa a tutto tondo.



Un'avventura che inizia dalla collaborazione e professionalità di due amiche, Elena Boggia ed Elisabetta Ferrari, con la medesima passione per l'home design.

Ecco il primo numero...da non perdere!

copertina VOGLIA di DETTAGLI N°1 - Giugno 2018

“...come è nato il MAG? Da un'idea semplice che ha unito il nostro lavoro su due tra i blog più seguiti relativi all'architettura, all' arredo, all' home decor...”

VOGLIA CASA e DETTAGLI HOME DECOR

scarica il primo numero gratuitamente

Share:

Ristrutturare 70 mq per ricavare due camere con bagno privato

progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD


Lo studio DC.AD ha ristrutturato un appartamento di 70 mq a Lisbona, destinato ad affitti brevi. Prima dei lavori l’appartamento era in forte stato di degrado. Dopo un’attenta analisi dell’edificio esistente, gli architetti hanno proposto delle soluzioni mirate alla conservazione e valorizzazione delle sue caratteristiche originali, introducendo nuovi elementi in perfetta armonia con il contesto.

Il primo intervento si è concentrato sulla riqualificazione completa della struttura esistente, è stato ripristinato l'intonaco danneggiato mantenendo la finitura originale come prova della sua storia passata. Tutte le aperture delle finestre sono state ridimensionate e sostituite con nuovi elementi caratterizzati da un design simile all'originale.

In un secondo tempo è stata applicata una zoccolatura alta in legno, bianca e liscia, per contrastare la ruvidità delle pareti esistenti. Questa zoccolatura corre lungo l'intero perimetro della casa e si mimetizza con il tavolo da lavoro posto nel soggiorno, il quale unisce da un punto di vista della visuale la zona giorno e la zona notte.

progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD

Lo spazio ora è suddiviso in soggiorno con zona pranzo, cucina, due camere con bagno privato a vista
Per suddividere gli ambienti, senza intaccare la struttura originale, gli architetti hanno utilizzato quattro pannelli che facilitano l’accesso indipendente ai bagni delle due camere da letto.
In questo modo si è cercato di garantire una coerente interconnessione tra la struttura esistente e i nuovi elementi necessari a ricreare le stanze, mantenendo il giusto equilibrio tra passato e presente.

progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD
progetto ristrutturazione appartamento a Lisbona - studio DC.AD


Share:

mercoledì, giugno 13, 2018

Ristrutturare casa su più livelli: tipologie e consigli su ascensori da esterno

ascensore da esterno thyssenKrupp


Quando si è in procinto di ristrutturare una casa che si sviluppa su più livelli, l’installazione di un ascensore da posizionare lungo una parete esterna dell’edificio è spesso un’esigenza funzionale, quando il vano scale o le parti comuni all’interno non consentono di ospitare un ascensore, anche se di dimensioni contenute. Questo avviene soprattutto nei palazzi storici o nei condomini con qualche decennio di vita, concepiti a livello strutturale senza impianti che facilitino l’accessibilità ai piani superiori.
Gli ascensori da esterno possono anche essere una scelta architettonica e di design, un’opzione molto attuale a seguito di ristrutturazioni e riqualificazioni di edifici residenziali. La possibilità di personalizzare l’impianto scegliendo tra diversi materiali e finiture è una delle caratteristiche fondamentali per armonizzare l’ascensore con l’edificio.
In questo articolo vi presentiamo tre differenti tipologie di ascensori da esterno.

Ascensori H300 e H100 di thyssenkrupp: tecnologia e design

Gli ascensori da esterno H300 e H100 di ThyssenKrupp Home Solutions, ultima novità del mercato, sono indubbiamente la soluzione più innovativa, un perfetto connubio tra tecnologia tedesca e design italiano.
Per installare un H300 o H100 occorre pochissimo spazio, infatti non è necessario riservare un locale macchine, né arrovellarsi sugli ingombri per la fossa e per la testata. Anche la cabina può essere progettata con porte salvaspazio, a libro o scorrevoli, oppure con il classico battente.
ascensore da esterno H300 thyssenKrupp

La nuova tecnologia che caratterizza questi miniascensori thyssenKrupp, offre la massima silenziosità durante il movimento e si potrà quindi collocare in qualsiasi punto della casa e utilizzarlo giorno e notte, senza arrecare il minimo disturbo.
L’illuminazione della cabina è rigorosamente LED e strizza l’occhio al risparmio energetico, inoltre, in fase di acquisto, si avranno a disposizione moltissime soluzioni estetiche tra cui scegliere il rivestimento, il pavimento, oltre a una gamma di colori e rifiniture quasi infinita.
Il tutto senza rinunciare alla sicurezza, infatti ogni prodotto rispetta le normative vigenti, nello specifico i componenti meccanici degli ascensori per esterni H300 e H100 sono certificati SIL3.  Nel caso di interruzione di corrente,  H300 dispone anche di un sistema di sicurezza che gli permette di continuare a funzionare grazie a una batteria tampone, inoltre è anche possibile collegare i sistemi di allarme antincendio alla scheda elettronica dell’ascensore. Entrambi i modelli possono essere installati sia all’esterno che all’interno di casa.

Miniascensore per esterni DomusLift

Il miniascensore da esterno DomusLift è progettato e costruito per essere adatto a qualunque edificio pubblico o privato. DomusLift è curato nei dettagli e presenta finiture di stile che lo rendono ideale per installazioni esterne, in qualsiasi contesto. L’incastellatura dell’ascensore è in alluminio anodizzato, incredibilmente leggera e resistente, consente di collocare DomusLift all’esterno dell’edificio, garantendo una migliore fruibilità degli spazi senza condizionare il contesto architettonico. Fornita di serie nelle versioni standard, l’incastellatura in alluminio del miniascensore da esterno non richiede alcun trattamento superficiale, non si deforma, non necessita di manutenzione e non deperisce col tempo anche se esposta alle intemperie. Il miniascensore domestico, DomusLift offre caratteristiche e finiture adatte per spazi di dimensioni ridotte, sempre all’insegna di stile e comfort. 
Miniascensore per interni ed esterni Domuslift

Dinamico di KONE Motus: il miniascensore versatile e salvaspazio

Dinamico è un miniascensore con trazione elettrica a vite, ideale per gli spazi ridotti. È adatto sia come montacarichi o elevatore per disabili per abbattere le barriere architettoniche, sia più in generale per rendere case e spazi pubblici più comodi e pregiati. Non necessita di un locale centralina, in quanto il gruppo di trazione è integrato nella struttura, e l’installazione non comporta opere murarie: per la messa in posa è sufficiente togliere una mattonella o creare un avvallamento di 50 mm. Le dimensioni sono personalizzabili per trasportare da 4 a 6 persone. Il numero di fermate è stabilito in fase di progettazione e può coprire anche i piani ammezzati.
piattaforma elevatrice per esterni Dinamico di KONE Motus


Share:

Trucchi per un prato perfetto

consigli manutenzione prato

Tra temporali improvvisi e sbalzi climatici, l’estate è alle porte, e per prepararci ad accoglierla nel migliore dei modi alcuni trucchi per un prato perfetto potrebbero essere molto utili.

Per chi dispone di un giardino indipendente, sia esso al mare, in montagna, in città o in campagna, la manutenzione è fondamentale. Vediamo nel dettaglio quali sono le azioni principali per un giardino da competizione!


Prima premessa importante, il prato non si deve curare solo durante la bella stagione, ma tutto l’anno, e ogni azione previa durante l’autunno e l’inverno, sarà la base per un prato rigoglioso in primavera.

Per quanto riguarda l'annaffiatura, quando si inizia con un nuovo terreno bisogna ricordarsi di prepararlo con un fertilizzante prima di procedere con la semina. Dopodichè si passerà alla questione irrigazione. L’acqua non deve mai colpire in modo diretto i germogli. Per un prato nuovo l’irrigazione deve essere quotidiana, in modo da assicurare un buono sviluppo delle radici. Ricordiamoci sempre che l’irrigazione nel periodo estivo è vitale, ovviamente per sapere bene con che frequenza bagnare il prato bisogna considerare il tasso di umidità e la temperatura esterna. Per chi non vuole rinunciare a occuparsi personalmente del proprio verde, esistono sistemi di irrigazione manuale, mentre per tutti gli altri, ci sono i sistemi di irrigazione automatica o semiautomatica (anche in questo la domotica apporta il suo contributo).

irrigazione automatica

Eliminare le erbacce è molto importante per potersi garantire un prato da copertina. Esistono vari attrezzi per la rimozione delle erbe indesiderate, sia meccanici che manuali. Grazie al sarchiatore di radici si provvederà a estirpare il maggior numero di radici possibile, per impedirne la ricrescita.
Se l’invasione delle erbacce fosse completamente fuori controllo, si dovrà ricorrere ai diserbanti, e se nemmeno questa contromisura fosse sufficiente, meglio eliminare tutto e posare un prato a rotoli.

prato a rotoli


Tagliare il prato, meglio farlo spesso e senza tagliare troppo (circa la metà della lunghezza attuale). Una regola da seguire riguarda la direzione del taglio: mai farlo nello stesso senso per più volte consecutive, è bene che gli steli vengano sottoposti a differenti direzioni di crescita. A seconda del momento dell’anno, si potrà optare per un prato più o meno alto. In estate, ad esempio, va bene lasciare l’erba un po’ più lunga del solito, perché questo le consente di resistere meglio al clima arido.

taglio del prato

Fertilizzare è importante, e a seconda dei terreni e delle condizione geo-climatiche può essere una pratica da ripetere anche più di quattro volte all’anno. Con l’arrivo della primavera si può intensificare la fertilizzazione, fornendo al prato azoto, fosforo e potassio una volta al mese/mese e mezzo.

Se malgrado l’impegno e le cure quotidiane, non ci fossero miglioramenti, è meglio ricominciare da capo facendo tutto con le dovute attenzioni. Come accennato sopra, esiste la possibilità di acquistare un prato a rotoli, che risolve molti problemi. È un prato vero che non ha bisogno della fase della semina, ma si applica semplicemente sopra il terreno, disponibile in varie versioni (anche prato inglese!). A seconda del modello scelto avrà un costo differente e avrà bisogno di diverse cure (il prato inglese è appunto più caro e delicato). In generale i prezzi vanno dai 10 € ai 15 € al mq e per l'installazione si raccomanda sempre di affidarsi ai fornitori stessi.

giardino con prato a rotoli

A questo punto, quando il prato è perfetto, non bisognerà fare altro che dedicarsi all’arredo e a godersi l’estate! 


Share:

martedì, giugno 12, 2018

Un sottotetto a doppia altezza per una giovane famiglia

Casa DM - arch Stefano Viganò

Un sottotetto a doppia altezza, un intervento a lavori già iniziati, una giovane famiglia che sta ristrutturando la propria casa. Il progetto di Casa DM dell’architetto Stefano Viganò è focalizzato sulla riorganizzazione dello spazio abitativo open space, mogliorandone la verticalità e preservando la disposizione dell stanze, ad esclusione dei bagni.

La zona giorno è il fulcro dello spazio, un’area conviviale organizzata attorno al camino che separa da un lato la zona pranzo e dall’altra lo studio. La cucina a isola è caratterizzata da una pergola in ferro inserita per riequilibrare la doppia altezza. Sul lato opposto lo studio è separato dal resto dell’ambiente da un'ampia porta a quattro ante in ferro e vetro ed è dominato da una libreria che si sviluppa a tutta altezza. 
Una scala in ferro e legno collega il livello con il soppalco adibito a zona tv.
Nell’area privata della casa si trova da un lato la camera da letto principale e dall'altro quella dei bambini. Particolare attenzione è rivolta al design dei tre bagni, volutamente diversi, realizzati deliberatamente con diverse finiture in modo da poter svolgere diverse funzioni: bagno padronale, bagno per bambini e lavanderia.

Legno di abete rigenerato, rovere, ferrovetro e pietra sono i materiali scelti per il progetto volto a sottolineare la materialità di questi elementi naturali.

Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. stefano Viganò
Casa DM - srch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò
Casa DM - arch. Stefano Viganò
Casa DM - arch Stefano Viganò


Share:
© Blog di arredamento e interni - Dettagli Home Decor | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig