lunedì, aprile 30, 2018

10 tips per la decorazione degli esterni in primavera

consigli per decorare gli spazi outdoor

I tuoi esterni meritano un buon set-up per la bella stagione. Ecco qui 10 consigli degli esperti di habitissimo a cui ispirarsi per decorare al meglio.

Pranzo all’aperto

Sfruttare l'esterno per i lunghi pasti di primavera-estate è un piacere. Se hai la possibilità di ricavare uno spazio dedicato, fai in modo che il tavolo sia comodo e resistente alle intemperie, e magari che preveda la possibilità di aggiungervi un ombrellone per quando il sole è alto e per proteggere gli ospiti dall’umidità. Anche le sedie sono importanti, e come nel caso del tavolo, è sempre meglio optare per arredi da esterno. I cuscini sono molto apprezzati, ovviamente è bene che siano staccabili così da metterli al riparo in caso di pioggia.

tavolo Play e ombrellone di Ethimo

Spazio al verde

Il balcone, piccolo o grande che sia, è una grande risorsa da sfruttare al massimo. Decorarlo con delle piante è sempre un’ottima idea. Le piante danno colore, allegria e salute, e prendersene cura è un ottimo esercizio per la mente e per lo spirito.

Gerani - Pelargonium for Europe

Seminare e raccogliere

È sempre più comune piantare e produrre frutta e verdura per il proprio consumo. Inoltre lo sapevi che avere un orto in casa è  terapeutico? Come anticipato, i lavori manuali e a contatto con la natura sono un vero e proprio toccasana per lo stress.

Orto sul balcone


Arbusti e piante esotiche

Banano o sterlizia? Sono entrambe piante che possono essere coltivate anche in città e che ricordano tanto i paesaggi tropicali. Per chi ha spazio, vale la pena informarsi presso il proprio giardiniere o fiorista di fiducia su quali siano le piante (o piccoli alberi) che si possono coltivare facilmente in base allo spazio a disposizione.

piante tropicali

Color rame

Non farti cogliere impreparato! Il colore rame per giardino e terrazze è già moda, oltre ad essere perfettamente abbinabile alla pietra e al legno. Dettagli ed elementi decorativi in ​​rame conferiscono all’ambiente esterno un tocco moderno e rinnovato. Da provare.

accessori decor color rame


Sì al colore

Il colore è gioia e vitalità. Inserisci complementi d’arredo per esterni colorati e otterrai l'atmosfera che stavi cercando. A noi per esempio, piacciono le sedute colorate che conferiscono sempre un carattere vivace all’ambiente.

Sedute da giardino Paola Lenti
sedute e pouff da giardino di Paola Lenti

Luci solari

L'installazione di lampade solari in giardino e in terrazza è una soluzione molto interessante, sia dal punto di vista del risparmio energetico, sia per quanto riguarda l’impatto sull’ambiente. Avendo così tanti giorni di sole, è un modo efficace per risparmiare energia e godersi l'esterno illuminato molto più a lungo. Esistono sul mercato sempre più modelli di questo prodotto.

lampade solari da giardino IKEA collezione estate 2018
lampade solari da giardino IKEA collezione estate 2018

Piastrelle che imitano il legno

Installare piastrelle che imitano il legno, è una grande idea, soprattutto dal punto di vista pratico: forniscono quella sensazione di calore tipica del legno ma allo stesso tempo sono resistenti, antiscivolo e antimacchia.

pavimento per esterno effetto legno

Capannone da giardino

I capannoni da giardino sono tornati in auge, e non solo per conservare gli attrezzi da lavoro, ma anche per essere reinterpretati come spazi versatili. Qualche esempio? Sono sempre più utilizzati come serra per le piante, sala di lettura oppure uffici. Non male!

garden office

Assimetria

Rifuggi la simmetria e prova ad abituarti ad elementi collocati in modo casuale. Ad esempio piastrelle e vasi diversi tra loro, e soprattutto un ordine dettato dalla praticità e non dalle leggi della simmetria: potrà nascere un’imprevedibile armonia estetica.

idee decor spazi outdoor



Autore


Share:

Vinicolo HUB: la nuova vita di un container al porto di Catania

progettazione di un container - LineaT Studio

Negli ultimi anni si è sempre più affermata la tendenza a trasformare vecchi container in abitazioni, negozi, caffetterie e molto altro. I container sono una scelta sostenibile e di design, che si prestano a qualsiasi utilizzo.
Al porto di Catania, punto di ritrovo della movida catanese, LineaT Studio ha trasformato un vecchio container di 40 piedi in Vinicolo HUB, un originale cocktail bar e caffetteria, dove si possono degustare piatti tipici o più semplicemente leggere un buon libro.
Il container, progettato e realizzato su misura, si scompone come fosse una scatola e una volta aperto prende vita. I due pannelli maggiori si sollevano verso l’alto attraverso un sistema di pistoni idraulici, diventando così delle coperture e lasciando spazio alla zona di servizio. Un pannello minore diventa una parete espositiva, mentre l’altro contiene una scala che porta alla terrazza superiore, dalla quale è possibile ammirare il porto e la città.

progettazione di un container - LineaT Studio
progettazione di un container - LineaT Studio
progettazione di un container -  LineaT Studio

Le dimensioni del container chiuso sono di 12.19 m x 2.43 m, arrivando a 16,91 m x 7,75 m in configurazione aperta. I materiali utilizzati sono semplici: lamiera verniciata a forno per assicurarne una più lunga duratura e legno di teck come materiale di finitura.
L’area di pertinenza è stata allestita con tavoli e sedute realizzate su misura, sempre in lamiera, mentre le fioriere sono state realizzate con canali prefabbricati in calcestruzzo, comunemente utilizzati per i canali sotto traccia degli assi stradali.

progettazione di un container - LineaT Studio
progettazione di un container - LineaT Studio
progettazione di un container -  LineaT Studio
progettazione di un container - LineaT Studio

Il risultato finale è un elemento che risulta essere totalmente integrato all'interno di una zona portuale, che, trovandosi sul molo centrale, gode della vista del mare su entrambi i fronti maggiori.

Progetto di LineaT Studio

Share:

sabato, aprile 28, 2018

Grande successo per Din – Design in 2018

Lambrate Design District

Domenica 22 aprile è terminata una delle settimane più attese e coinvolgenti della città di Milano. Moltissimi gli eventi che hanno colorato la città, promuovendo le proprie eccellenze nei distretti dislocati per tutta la metropoli.  Grande successo per Din – Design In 2018, l’evento organizzato da Promotedesign.it per il sesto anno consecutivo nella cornice underground del Lambrate Design District. Moltissimi i visitatori che hanno ammirato, fotografato e apprezzato le opere esposte, contribuendo al successo di questa edizione.

Lambrate Design District

130 gli espositori che quest’anno hanno animato l’hangar in Via Massimiano 6 / Via Sbodio 9, di cui  il 20% italiani e l’80%  da tutto il mondo. Hanno esposto i loro prodotti e progetti designer, aziende, accademie di design e organizzazioni internazionali. I prodotti spaziano dal light design all’arredamento, fino ad arrivare agli accessori per la cucina e i complementi d’arredo per la casa. Non può mancare però lo spazio dedicato all’innovazione, con progetti sperimentali di scuole e organizzazioni di design.

Lambrate Design District

Di enorme successo l’ampia area per l’esposizione di prodotti provenienti da importanti università di design, quali NID, Nuovo Istituto di Design, Paula Chacartegui, studentessa presentata da IED BARCELLONA, Accademia Umprum delle arti, dell'architettura e del design di Praga e Academie Artemis di Amsterdam. Sei studenti dell’accademia Artmis hanno fornito ai visitatori un'interpretazione visiva di grande impatto, indagando i più importanti sviluppi della società e mostrando come questi possano concretizzarsi in soluzioni innovative. Yeelen Tavilla, Stephanie Morianner, Hannah Braeken, Sandra Benningen, Angelique Kuijpers e Willie Janmaat hanno presentato le loro opinioni personali su ciò che è rilevante per il futuro dell'interior design, della moda, dei media e della società nel suo complesso.  

Lambrate Design District

Di grande impatto visivo Acoustic Caves, progetto presentato dall’accademia della Repubblica Ceca, che mira ad esplorare e testare i limiti architettonici. Cinque  le opere esposte che si interrogano sulle possibili interpretazioni dell’edificio, dello spazio e dell'architettura, attraverso sette esempi differenziati che mutano in base alle tipologie architettoniche e ai metodi attuali di computational design.

Lambrate Design District

NID, Nuovo Instituto di Design di Perugia, propone invece due progetti differenti. CLAYSTATION,  dove la tradizione ceramica umbra diventa sperimentazione attraverso un’istallazione che nasce da uno studio trasversale sulle potenzialità della terracotta e da un approfondimento sul rapporto tra forma e suono, e WASTED Rebel Object, un progetto che raccoglie le voci di oggetti insofferenti alla loro condizione alienata ed anonima.

Lambrate Design District

Hanno suscitato grande interesse i progetti presentati in collaborazione con l’Unione Europea: da una parte il concept di  LUMENTILE, nato da un progetto di ricerca della commissione europea H2020, la cui finalità è quella di sviluppare una piastrella luminosa e intelligente che, ispirandosi alla classica piastrella ceramica, viene arricchita con elettronica che permette nuove funzionalità. Dall’altra parte invece  BaltSe@nior, che con un Age Simulator in 3D permette ai visitatori di sentire i limiti che prova un corpo anziano e quindi sviluppare un’empatia e una migliore comprensione degli utenti anziani. Lo scopo del progetto è quello di offrire all'utente la visione più enfatica possibile del mondo degli anziani e di conseguenza facilitare il processo di progettazione inclusiva, avendo in mente che lo strumento doveva essere il più semplice, economico e utilizzabile possibile.

Importante è lo spazio inoltre dedicato alle organizzazioni internazionali di design, che hanno esposto a Lambrate Design District le loro eccellenze. Czech Design Week ha presentato i prodotti dei tre designer più talentuosi selezionati dalla settimana del design ceca: 440 AUDIO, Dominika Petrtylova e Kristyna Mikolaskova. Propone le proprie eccellenze anche KPD, collettivo di designer russo che propone prodotti di artigianato innovativi e internazionali, a partire dal loro simbolo, l’immagine di Nevalyashka.

Lambrate Design District

Di grande successo anche il Temporary Shop allestito da Be Different, dove Artistarjewels.com, progetto annuale di gioiello contemporaneo internazionale, che ha esposto pezzi creativi di gioielleria contemporanea, creati da designer e artisti provenienti da tutto il mondo.

Lambrate Design District

Perfetta la cornice ricreativa di  WEating 2018, foodtruck festival nel giardino interno di Din – Design In, con la sua selezione studiata di Food Truck in uno spazio dedicato e allestito come un vero e proprio evento dentro l’evento.

Share:

venerdì, aprile 27, 2018

Le nuove tendenze per l'interior design

arredi e complementi di tendenza nel 2018

Nel settore dell'interior design, il 2018 è caratterizzato da un significativo ritorno al passato, con il boom di tendenze che guardano indietro e un gusto vintage di straordinario valore. Il recupero di oggetti antichi e di mobili risalenti a vari decenni fa, magari trovati in un mercatino dell'antiquariato o nella soffitta di nonna, viene valorizzato grazie all'inserimento di queste soluzioni in un contesto contemporaneo. Che cosa ci si deve aspettare per i prossimi mesi, dunque? Ecco quel che vedremo nei negozi e negli showroom.

Il trionfo dell'ultra violet

Il colore protagonista del 2018 è senza alcun dubbio l'ultra violet, ma chi preferisce optare per soluzioni un po' meno appariscenti può comunque vedere assecondate le proprie esigenze, per esempio puntando sul verde, ideale per una casa green non solo in senso metaforico ma anche in senso letterale. Una variante da non perdere è il rosso, consigliato soprattutto per le imbottiture delle poltrone e delle sedie. Sbirciando nel catalogo dell'arredamento Cappellini, è possibile scoprire un vasto assortimento di mobili di design: chissà che non si possa trovare qualche spunto interessante da mettere in pratica nella propria abitazione. Coloro che non vogliono rinunciare all'eleganza, magari condita da un pizzico di lusso, hanno la libertà di scegliere finiture in oro o in ottone anticato: quest'ultimo è raccomandato specialmente negli angoli della casa che sono più vissuti e frequentati, come per esempio il soggiorno, che in questo modo può essere impreziosito da un tono più ricercato.
finiture in oro nel living

Lo stile industrial

In alternativa ai mobili di design più contemporanei ci si può lasciar sedurre dai materiali grezzi dello stile industrial, che nel 2018 non può che seguire la scia delle tendenze dominanti e, quindi, essere declinato in versione vintage. Il matrimonio che si consuma tra il gusto retrò e gli elementi tipici dello stile industriale è senza dubbio inedito e fuori dal comune, ma l'effetto che ne deriva è tutt'altro che disprezzabile, in virtù di un'atmosfera old style resa ancora più piacevole dal ricorso ai materiali antichi. Specialmente la cucina è un ambiente che può trarre grande vantaggio dai canoni e dalle soluzioni caratteristiche dello stile industrial, tra tubi in vista e utensili in rame che fanno venire in mente gli arredi di un loft di New York.
cucina stile industrial

I dettagli in cucina

Non solo tubi in vista ma anche mattoni, in grado di offrire un clima rustico e una piacevole sensazione di accoglienza; sempre a proposito di materiali, vale la pena di valutare le chance offerte dal ricorso al metallo e al legno, anche per assicurare un effetto minimal. Il tutto senza rinunciare alla comodità degli elettrodomestici più moderni, ormai connessi al resto della casa con il Bluetooth e tutte le altre funzionalità che ci hanno proiettato nell'era della domotica. Il tuffo verso il futuro che deriva da tecnologie all'avanguardia può essere compensato, comunque, dall'utilizzo di oggetti del passato: è sufficiente un tagliere in legno a questo scopo.
cucina stile industrial Boffi

Passando alla camera da letto, i trend del 2018 offrono una notevole libertà di scelta; diverso è il discorso per il bagno, dove il richiamo al vintage si può concretizzare attraverso l'impiego di piastrelle recuperate o con una vasca da bagno di ispirazione classica. Oggi va molto di moda posizionarla al centro del bagno, ma come si può facilmente intuire questa opzione può essere presa in considerazione solo se si ha a disposizione spazio a sufficienza. In caso contrario, ci si può concentrare su altri elementi, come il cromo dorato per i rubinetti o la carta da parati. Come, la carta da parati in bagno? Nessun timore: ormai la tecnologia permette di prevenire i problemi legati all'umidità.
rubinetti bagno finitura cromo dorato
carta da parati in bagno


Share:

giovedì, aprile 26, 2018

La Vereda di Marni al Fuorisalone 2018

arredi e complementi artigianali

In occasione della Milano Design Week, da poco conclusa, Marni ha proposto un fantastico viaggio attraverso i colori e le atmosfere della Colombia, alla scoperta delle tradizioni artigianali da conservare, alle quali Marni apporta il suo approccio innovativo.

La Vereda di Marni è un luogo in cui colori, sapori e folklore fanno da sfondo alla nuova collezione di arredi e accessori del brand che quest’anno si arricchisce di nuove lavorazioni e materiali. 

Il risultato è una serie di oggetti che si aggiungono ai complementi di arredo, come le galline in cartapesta e perline, fatte a mano da una comunità di donne di Villanueva, nel dipartimento di Casanare, veri e propri pezzi unici frutto ciascuna del lavoro di 4 giorni. I cesti ottenuti intrecciando i gambi e i rami di salice, una tradizione secolare che si tramanda di padre in figlio nell’antica città di Ibagué, nella regione di Tolima, vengono rivisti nella costruzione: per la prima volta gli artigiani uniscono all’intreccio del midollino dei fili di plastica colorata. Le donne di Curitì nel distretto di Santander, lavorano a mano l’agave per ricavarne una fibra tessile 100% organica e molto resistente con cui realizzano delle borse che Marni stampa a blocchi di colore saturi.
E infine accolgono il visitatore le coloratissime amache in cotone tessuto a telaio, eredità delle comunità che popolano la costa atlantica del paese. 


arredi e complementi artigianali
arredi e complementi artigianali
 arredi e complementi artigianali
arredi e complementi artigianali
arredi e complementi artigianali

Come ogni anno il progetto di Marni legato al Salone del Mobile, sostiene un progetto benefico rivolto all’infanzia, infatti parte del ricavato proveniente dalle vendite di arredi e complementi finanzierà il progetto “La casa sull’albero”, promosso da Piccolo Principe S.C.S Onlus.


Share:

Cura del Geranio: una guida per chi non ha il pollice verde

Gerani le regole base per una corretta fioritura estiva

Un vaso della giusta misura, la posizione adatta e acqua a sufficienza sono praticamente tutto ciò di cui il Geranio ha bisogno per fiorire in abbondanza. Questa versatile pianta sud africana è robusta e facile da curare, aspetti che la rendono la pianta ideale per tutti coloro che amano circondarsi di fiori, pur non avendo il pollice verde o abbastanza tempo per occuparsi del giardinaggio.
 

Ma quali consigli andrebbero osservati per godere di bei Gerani fioriti durante tutta l’estate? Scopriamolo!



Semina corretta

Non appena le nottate si liberano dal gelo e le temperature raggiungono la doppia cifra durante il giorno, i Gerani possono essere piantati all’esterno, solitamente durante il mese di maggio. 
Una volta acquistati, la maggior parte dei Gerani vengono interrati in un vaso da balcone o in una fioriera: questi recipienti non dovrebbero mai essere troppo piccoli, perchè queste piante apprezzano spazio e terreno in abbondanza.
Uno strato di drenaggio sul fondo serve  a  prevenire l’ostruzione dei fori di scarico, mentre per la semina del Geranio è preferibile utilizzare una varietà di terriccio pre-fertilizzata, fatta appositamente per le esigenze nutritive di questa pianta, che non necessita quindi di ulteriore fertilizzazione almeno per qualche settimana. Inoltre, è importante lasciare circa 20 cm tra una pianta e l’altra, quando le si posiziona.     

gerani semina corretta

 La giusta posizione

Il Geranio è originario del Sud Africa: ciò significa che si sente a casa in luoghi caldi esposti completamente al sole o in ombra parziale. 
Gerani la giusta posizione

Innaffiare nel modo giusto  


Anche se brevi periodi di astinenza non sono generalmente un problema per i Gerani, queste piante preferiscono essere innaffiate regolarmente e in modo generoso, anche due volte nelle giornate più calde, la mattina così come la sera. Nel caso in cui la cura risultasse troppo impegnativa, è possibile ricorrere a speciali soluzioni auto innaffianti, se ne può trovare una grande selezione all’interno dei garden center, o a soluzioni più economiche, facili da creare anche da soli, ad esempio utilizzando bottiglie di plastica.  È molto importante ricordare che troppa umidità e un ristagno d’acqua eccessivo fanno male alla pianta. L’acqua in accesso deve sempre essere in grado di scolare fuori dal vaso, così da non far marcire le radici. Durante lunghi periodi di pioggia persistente, è consigliabile spostare temporaneamente le piante in un angolo più riparato. 
Gerani innaffiare nel modo giusto

Una corretta fertilizzazione


Per il miglior apporto nutritivo ed una fioritura costante, bisognerebbe aggiungere un fertilizzante standard al sistema di irrigazione una volta a settimana. Speciali fertilizzanti a rilascio lento o terricci pre-fertilizzati eliminano il bisogno di un rifornimento settimanale.

Gerani una corretta fertilizzazione


Rimuovere fiori e foglie secche correttamente


Rimuovere regolarmente fiori e foglie morte, così come i rami secchi, rende il Geranio più bello, lo mantiene in salute e stimola la formazione di nuovi fiori. Per semplificarsi la vita, esistono delle varietà “auto-pulenti”, in particolare tra i Gerani pendenti, i cui fiori marci cadono dai gambi da soli prima di produrne di nuovi, solitamente in un batter d’occhio. 

Gerani rimuovere fiori e foglie secche correttamente

Corretto Svernamento

I Gerani perenni fioriscono di nuovo se tagliati ad un’altezza di approssimativamente 15 cm e se spostati a trascorrere l’inverno in un luogo luminoso e lontano dal gelo. Durante questo periodo di riposo, la temperatura ideale è dai 5 ai 10°C e la pianta richiede pochissima acqua. Di primo acchito potrebbe sembrare morta, ma non è così! All’inizio della primavera si risveglierà e ricevendo calore e acqua formerà nuovi germogli. L’ideale sarà sistemarla in un vaso più grande provvisto di terriccio fresco.



Share:

martedì, aprile 24, 2018

Villa Lotus, relax a Essaouira

lussuosa casa vacanze in Marocco

Villa Lotus è una lussuosa casa vacanze in Marocco dallo stile raffinato e dettagli ricercati, che si può affittare sul sito Le Collectionist  per un costo di circa mille euro a notte. Situata a Essaouira, città atlantica a nord di Agadir, Villa Lotus sorge su una collina, in posizione isolata e una splendida vista sull’oceano.

Il progetto di Villa Lotus porta la firma del noto studio francese KOPer integrarla nel contesto arido e roccioso della zona, i progettisti hanno creato un involucro in pietra, vetro e cemento
All’esterno una grande piscina a sfioro richiama l’azzurro del cielo, mentre i lettini intorno, di colore giallo sole, invogliano al relax.
Vicino alla piscina un pergolato in ferro crea una zona d’ombra che ospita il grande tavolo da pranzo.

lussuosa casa vacanze in Marocco
lussuosa casa vacanze in Marocco
lussuosa casa vacanze in Marocco

Internamente ritroviamo la pietra e il cemento. Un grande open space ospita la cucina e il living, vi sono inoltre tre camere da letto e un hammam. Ogni ambiente si apre verso l’esterno, lasciando entrare luce e aria.
Poco distante da Villa Lotus si trova anche una dependance, nella quale è stata ricavata una stanza extra.
Villa Lotus è una casa dallo stile eclettico che coniuga tradizione e design contemporaneo, ricca di forti contrasti in armonia tra loro.

lussuosa casa vacanze in Marocco
lussuosa casa vacanze in Marocco
lussuosa casa vacanze in Marocco
lussuosa casa vacanze in Marocco
lussuosa casa vacanze in Marocco
lussuosa casa vacanze in Marocco
lussuosa casa vacanze in Marocco



Share:
© Blog di arredamento e interni - Dettagli Home Decor | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig