venerdì, maggio 18, 2018

C+S Architect firma la nuova cucina @home di Elmar

cucina @home di Elmar

Una cucina che non è solo una cucina, ma un ambiente completo dove potersi sentire a casa. Uno spazio che con la casa, dialoga costantemente.

@home è una cucina dal forte carattere decorativo, pensata per ambienti open space e nata dall’accostamento di grandi armadiature a parete, con voluminose isole completamente personalizzabili.


Su queste superfici si articolano le varie zone della cucina: la cottura, il lavaggio e la dispensa, che possono essere nascoste quando non utilizzate, al fine di trasformare la cucina in un segno grafico minimale e pulito, perfetto per integrarsi nel resto dello spazio. Le colonne di @home sono un esempio concreto di questa stretta relazione con il living, perchè personalizzabili anche con boiserie o con elementi terminali sui quali esporre libri, oggetti decorativi, bottiglie e utensili.


cucina @home di Elmar
cucina @home di Elmar

@home è una cucina unica, resa ancor più preziosa dalla texture di HI-MACS®…dalle sue grandi qualità prestazionali, l’aspetto flessibile, l’effetto setoso al tatto.


HI-MACS®, la pietra acrilica di nuova generazione nata dall’unione di minerali, materiali acrilici e pigmenti naturali, è stato scelto da C+S Architects per il top della nuova cucina @home di Elmar.

cucina per ambienti open space
cucina per ambienti open space

HI-MACS®, in questa occasione fabbricato da Dform Srl e lavorabile in maniera tale da cancellare i segni di giunzione alla vista, permette inoltre di creare elementi di grandi dimensioni scultorei e continui, come ricavati da un unico blocco di materiale, per un risultato estetico ineccepibile. Le stesse proprietà consentono di integrare nel top I lavelli, in modo fluido e senza interruzioni.

Accostato all’essenza del legno, all’acciaio o alla pietra, infine, HI-MACS® contribuisce in @home a creare un caratteristico movimento visivo dal gusto contemporaneo, che conferisce calore e identità all’ambiente domestico.

www.elmarcucine.com

Share:

Bioarchitettura: la nuova ‘Avanguardia’ del XXI secolo

Ristrutturare casa in modo sostenibile

Ristrutturare casa in modo sostenibile


Il termine Bioarchitettura indica la tendenza a privilegiare, nella progettazione e costruzione di edifici, tutti gli aspetti ecologici relativi alla scelta dei materiali da utilizzare e al miglior impiego delle risorse naturali, nella prospettiva del risparmio energetico e della salvaguardia ambientale: un modus operandi innovativo che agisce nel rispetto della vita umana e dell’individuo come abitante, garantendone il benessere psicofisico. Diffusa in Italia negli anni 90, la Bioarchitettura muove i primi passi verso l’innovazione del settore edilizio, integrando fonti rinnovabili ed efficienza energetica, ponendo quindi particolare attenzione agli aspetti bioclimatici quali vento, sole, acqua piovana che sfruttati adeguatamente permettono di raggiungere il comfort nel rispetto dell’ambiente.

A Cortale in Calabria, una coppia particolarmente sensibile al tema ambiente, in vista della ristrutturazione della propria villa in bioarchitettura, si è rivolta al servizio di progettazione plurale GoPillar, che permette a clienti privati di tutto il mondo di ottenere decine di idee e soluzioni progettuali per i propri spazi tra cui scegliere, grazie ad una community internazionale che racchiude migliaia di Architetti e Designer iscritti al sito.

Il progetto vincitore è stato realizzato dall’Architetto Ovidiu CristianPavel,  il quale a seguito di un’accurata analisi bioclimatica è stato in grado di integrare funzione e bellezza, privilegiando scorci e visuali; la villa infatti è immersa nel verde con una vista panoramica suggestiva di lunga veduta, dal mar Tirreno ad Ovest allo Ionio ad Est alla Presila a Nord. Il filo condutture del progetto diviene quindi il binomio indissolubile tra Architettura e Natura.

Ristrutturare casa in modo sostenibile

Il sole, elemento cardine per la progettazione degli ambienti interni, viene sfruttato in inverno per ricavare calore e schermato in estate, mediante brie solei, per evitare il discomfort termico; le stanze più utilizzate sono quindi orientate lungo l’asse Sud-Est, Sud-Ovest lasciando ingressi, disimpegni, bagni e spazi di servizio a Nord. La copertura è stata pensata per ridurre il carico termico che grava sull’edificio, attraverso il distaccamento della stessa in modo tale da evitare l’irraggiamento diretto e la trasmissione del colore agli ambienti sottostanti. Con l’utilizzo di pannelli solari, brie solei, aperture per il ricambio d’aria, materiali come legno e volumetrie compatte, il progetto sembra assumere tutte quelle caratteristiche che lo rendono sostenibile, armonico e innovativo.

Ristrutturare casa in modo sostenibile


La proposta dell’Architetto Gabriela Lambruschini è volta ad ottenere la massima autonomia sui sistemi idraulico, elettrico, di riscaldamento e raffrescamento ed è pensato in vista di operare il riciclaggio dei materiali presenti nella vecchia costruzione oltre a quelli presenti nella zona. Per il sistema idraulico l’accumulo delle acque piovane converge in tre serbatoi d’acqua ad idro-depurazione in modo da poter utilizzare l’acqua raccolta, per l’irrigazione, lo scarico wc ecc. Riscaldamento e raffrescamento sono stati raggiunti grazie ad una combinazione di sistemi: un sistema di riscaldamento a pavimento radiante e l’abbinamento di un impianto fotovoltaico ad una pompa di calore aria/acqua. Il sistema elettrico è servito da panelli fotovoltaici posizionati su tutta l’area del tetto esposto a Sud dal quale viene ricavata l’energia necessaria per tutta l’abitazione. 

Ristrutturare casa in modo sostenibile

L’utilizzo di “muri doppi con camera d’aria” inoltre, evita perdite di calore durante l’inverno e l’ingresso dello stesso in l’estate. Durante la stagione estiva infine, il porticato a listelli di legno diviene frangisole, permettendo così l’ingresso della luce naturale in maniera filtrata e graduale.

L’Architetto Cristina Casadei  propone un progetto diverso da quelli precedentemente illustrati: una casa lineare disposta lungo la direttrice Nord-Sud per sfruttare al meglio gli orientamenti più soleggiati Est-Ovest. La casa è articolata su tre livelli: un piano seminterrato destinato a taverna e servizi, un piano terra che accoglie la zona giorno ed infine un primo piano, di dimensioni minori rispetto ai precedenti, per la zona notte. L'accesso al lotto avviene dalla strada provinciale ad Est e le macchine possono parcheggiare sotto la tettoia antistante l'accesso. All’ingresso troviamo un atrio luminoso ed accogliente di fronte al quale si apre il giardino d’inverno, esposto ad Ovest. Dall'atrio si può procedere a destra verso la scala o a sinistra verso la zona giorno vera e propria, articolata in una grande cucina-tinello, un’accogliente sala da pranzo ed infine un soggiorno con camino. Tutti questi spazi si aprono verso l'esterno con grandi vetrate che danno accesso ad una loggia: in questo modo risultano aperti ma protetti. In un clima mediterraneo dove l'escursione termica tra giorno e notte è sensibile, per progettare una casa passiva e sostenibile bisogna considerare soprattutto il parametro dell'inerzia termica e pertanto quello della massa; in questo caso è stato considerato nella realizzazione della struttura di tipo misto, dove all'esterno vi sono le parti massive mentre all'interno quelle più leggere. 

Ristrutturare casa in modo sostenibile

Infine, altri elementi che contribuiscono alle prestazioni energetiche dell'edificio sono la copertura ventilata, l’impianto solare e fotovoltaico ed i sistemi di ombreggiamento.

Autore GoPIllar



Share:

giovedì, maggio 17, 2018

Arredamento da giardino: soluzioni di design per raffinate composizioni

Nardi Outdoor Fuorisalone 2018

L’estate si tinge di effetti cromatici intensi grazie ad arredi pratici, versatili e di tendenza, studiati per offrire il massimo comfort non solo in giardino, ma anche su terrazze o balconi.


Tra le tante novità per l'outdoor, presentate nel corso della Milano Design Week 2018 , spiccano le nuove proposte made in Italy firmate Nardi Outdoor, azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di arredi in resina per il giardino che coniugano estetica, design e qualità. Tre nuove collezioni disegnate da Raffaello Galiotto, tutte caratterizzate da un design moderno e colori di tendenza, pensate per rispondere a qualsiasi esigenza di spazio.

Komodo, design in movimento


Komodo nasce per la collettività, per salotti privati, per sedute individuali. Emozionanti intrecci ispirati ai rami degli alberi disegnano Komodo, il divano modulare in resina fiberglass dalla grande flessibilità compositiva. Komodo è una struttura modulare in resina sulla quale sono agganciabili schienali e cuscini imbottiti su tutti i lati in modo facile e intuitivo. La ramificazione dell’intreccio della struttura deriva da una rigorosa progettazione geometrica che ha coinvolto anche l’innovativo sistema di aggancio tra schienale e seduta risolto per semplice rotazione. Quest’ultima soluzione evita inestetici incastri e fori a vista e mantiene la fluida armonia estetica del disegno intrecciato su seduta e schienale. 

Komodo Nardi Outdoor

Grazie alla forte attenzione anche per l’imballo e il contenimento dei volumi, a fine stagione, il salotto può essere facilmente smontato e riposto con un ingombro davvero minimo.

Nardi Outdoor fuorisalone 2018

Komodo è proposto in 3 colori, bianco, antracite e tortora, con la possibilità di scegliere tra diverse tipologie e colori  di imbottiti.

Sistema Net, raffinate composizioni


Il progetto Net è una raffinata composizione d’arredo in resina fiber-glass composto da poltroncine e divanetto, entrambi corredati da diversi tipi di imbottiti, oltre ad un tavolino. Design pulito, funzionale e dalle dimensioni generose, tutto il set è proposto in sei ricercati colori di tendenza, bianco, antracite, senape, corallo, salice e tortora, con a disposizione un ampio ventaglio di cuscini seduta e arredo tra i quali l’innovativo cuscino Shell, un morbido ed elegante guscio che veste alla perfezione e senza soluzione di continuità l’interno di Net Relax. Oltre alla resina fiber-glass trattata anti UV, finitura mat e colorata in massa, il leitmotiv di tutto il progetto è la scocca decorata da un motivo a fori quadrati distribuiti uniformemente su tutte la superficie di sedute e tavolino, risultato di un complesso lavoro di modellazione 3D e di fresatura. La scocca risulta opaca, leggermente bombata nelle sedute e piacevolissima al tatto. Il perimetro di tutto il sistema è bordato da un nastro a sezione rettangolare senza alcuna interruzione che delinea delicatamente le sagome.

Sistema NET Nardo Outdoor

Il sistema Net ha caratteristiche di eccellenza nei materiali e nelle forme, è completamente Made in Italy, dalla progettazione alla realizzazione degli stampi fino alla produzione. E’ impilabile, non necessita di particolare manutenzione ed è riciclabile al 100%. 

TRILL Collection


Essenziale nelle forme, leggera nei pesi e misurata nelle dimensioni, confortevole e versatile per utilizzo. TRILL è una collezione di sedute composta da sedia con braccioli, senza braccioli e sgabello in resina fiberglass dall’aspetto armoniosamente scultoreo espresso con linee essenziali e un design senza tempo.
Estrema l’attenzione all’ergonomia e al comfort, prioritari in questa collezione come per tutta la produzione Nardi sempre attenta al benessere dei fruitori degli arredi.
Ampia la gamma dei colori a catalogo: Bianco, Tortora, Antracite, Senape e gli inediti Tabacco, Agave e Ottanio, tutti in finitura mat. 
Trill collection Nardi Outdoor

TRILL è completamente Made in Italy, dalla progettazione alla realizzazione degli stampi fino allaproduzione, è impilabile, resistente agli agenti atmosferici, facilmente pulibile ed è riciclabile al 100%.

Per maggiori informazioni www.nardioutdoor.com


Share:

Society Limonta: aperto il primo flagship store di Londra

Society Limonta store Londra

Dopo le recenti inaugurazioni degli store di Ginevra e Vienna, il marchio italiano di home collection ha ufficialmente aperto il 16 maggio 2018 il suo primo flagship store di Londra al numero 170 di Walton Street. Nel cuore di Brompton Cross, l’area, situata tra Knightsbridge, Chelsea e South Kensington, conosciuta negli anni ’90 come il ‘London’s original luxury village’ è protagonista, in questi anni, di una rinnovata espansione commerciale.

Lo store monomarca soddisfa la richiesta di un pubblico attento ed affezionato che, dall’apertura del corner di Harrods, apprezza e sceglie le collezioni del marchio Made in Italy di moda per la casa. 

Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra

Lo spazio di 100 mtq è disposto su due piani con un’ampia vetrina ed un elegante giardino sul retro, disegnato da Martha Krempel.  Lo store, perfettamente in sintonia con la filosofia del lusso casual e unconventional di Society Limonta, esalta l’espressione stilistica delle collezioni di letto, tavola, bagno, accessori, homewear e delle porcellane per la tavola, disegnate da Beatrice Rossetti.

Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra

Il design dello spazio e degli arredi, pensati dall’architetto Ferruccio Laviani, continua a scegliere strutture essenziali in materiali e colori naturali che fanno vivere la moda per la casa come assoluta protagonista. 

Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra

Il sistema espositivo del flagship store di Londra permette al cliente di scoprire, attraverso un itinerario tessile, la qualità delle collezioni, all’interno di uno spazio dall’atmosfera calda e accogliente.

Society Limonta store Londra
Society Limonta store Londra

Socitety Limonta
170 Walton Street
London
SW3 2JL
+44 203 144 0000
Lunedì - Sabato: 10.30 - 18.30
www.societylimonta.com

Share:

mercoledì, maggio 16, 2018

Arredo bagno: le soluzioni per creare il proprio spazio personalizzato


La nuova tendenza del design? Personalizzare, scegliere lo stile e soddisfare tutte le esigenze


Inda, oggi più che mai, fa un passo in più: ampliare la gamma prodotti e la versatilità di colori e finiture per creare mood nuovi ed originali, costruiti direttamente dall’utente. Le divisioni - accessori, mobili, pareti doccia e specchi - si vestono così di una luce inedita, fatta di personalizzazione nei dettagli e scelta di uno stile unico, il proprio.
Grazie a Inda ognuno può ideare la propria sala da bagno “giocando” tra differenti soluzioni, tonalità cromatiche e con il plus di poter realizzare prodotti custom grazie alla flessibilità dei sistemi compositivi, alla possibilità di disegnare pareti doccia su misura, alla selezione tra ben 10 finiture di tendenza per gli accessori.
Non solo “Feel your style. Be INDA”, oggi è il momento di “PLAY your own style. Be INDA”.

LE NOVITÀ DELLA GAMMA MOBILI

Uno spazio versatile, dedicato al benessere, tecnologico e completamente personalizzabile: questa è la sala da bagno del futuro, che Inda veste con raffinatezza estetica e una continua ricerca di materiali innovativi. Portavoce di un living style fortemente espressivo, i mobili Inda catturano lo sguardo grazie al concept coordinato con gli altri elementi dell’ambiente bagno, sinonimo di una contemporaneità interpretata ad arte. Novità 2018 sono Sistema 45 – che comprende Logico, Acuto e Prestige - Leonardo e Qamar.

Sistema 45 - Logico by Inda
Sistema 45 - Logico
Sistema 45 - Leonardo by Inda
Sistema 45 - Leonardo
Sistema 45 - Qamar

 LE NOVITÀ DELLE PARETI DOCCIA


Originalità e sartorialità custom-made sono i driver sui quali Inda basa le proprie creazioni 2018, connubio perfetto di funzionalità ed estetica. Una cura dei dettagli che fa la differenza, soddisfando le richieste personalizzate di ciascun fruitore, per dare spazio a qualsiasi idea di colore, forma o dimensione. All’interno della divisione pareti doccia, le collezioni sono principalmente tre, con nomi richiamano il mondo del cinema: Oscar, sinonimo di ricerca, eleganza ed eccellenza, Premiere, interprete dell’essenzialità con le sue forme frameless, e Studios per rispondere ad esigenze di funzionalità e praticità.

collezione OSCAR parete doccia AZURE by Inda
collezione OSCAR parete doccia AZURE
collezione OSCAR parete doccia AIR 2 by Inda
collezione OSCAR parete doccia AIR 2 
collezione Premiere - parete doccia TRENDY DESIGN by Inda
collezione Premiere - parete doccia TRENDY DESIGN 

GLI SPECCHI INDA

Inda propone una nuova collezione specchi, in collaborazione con diversi studi di design, come Studio Grey ID, Paolo Salvadè, Matteo Thun e Antonio Citterio. Specchi che si adattano a molteplici destinazioni d’uso: moderni e sofisticati, possono diventare protagonisti dello spazio o arricchire la sala da bagno con discrezione e semplicità. Oggetti dalla forte personalità che si integrano alla perfezione con le composizioni dei mobili Inda. 

nuova collezione di specchi INDA
Specchio 1 
nuova collezione di specchi Inda
Specchio 2 

Ambienti bagno sempre più completi, con la possibilità di scelte diversificate per estetica, dimensione, funzionalità e servizio: questo è il nuovo total living firmato Inda.



Share:

Restauro di un appartamento d’epoca

appartamento RJ Mantova

Nel pieno rispetto per la sua storia, Archiplan Studio ha dato nuova vita ad un appartamento all’interno di un edificio del ’500 a Mantova. I nuovi elementi si fondono perfettamente con il tessuto dell’edificio creando un raffinato gioco di contrasti.

L’intervento dello studio Archiplan interessa il recupero di un intero edificio multipiano a Mantova, risalente al 1500, in cui l'appartamento costituisce una porzione. Il progetto affronta il tema di una casa di lusso, affermando la sua condizione di appartenenza a questo ambito attraverso la ricerca di una spiritualità degli spazi che si esprime nello studio dei dettagli e nella sensualità dei materiali che sono stati utilizzati. La casa è caratterizzata dalle decorazioni nei soffitti e in alcune pareti che risalgono a 500 e la prima metà dell'800, il progetto mantiene la sua stratificazione di segni nella loro ambiguità senza tracciare una selezione filologica. L'organizzazione distributiva degli spazi è mantenuta in condizioni originali, mentre la suddivisione degli spazi interni avviene attraverso l'introduzione di elementi di arredo che riconfigurano in parte la struttura, specificando le gerarchie. Il progetto procede per stratificazione di elementi che si sovrappongono senza scomparire.
appartamento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
appartammento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
appartamento RJ Mantova
Progetto: studio Archiplanfotografie: Davide Galli

Share:

martedì, maggio 15, 2018

Stile unico e anticonformista: Mamoli lancia Hipster, la serie da bagno e cucina

rubinetto da bagno Hipster

Ispirandosi allo stile originale e anticonformista dei coffee shop newyorkesi di Williamsburg e dei barber’s di Kreuzberg a Berlino, Mamoli, al Salone del Mobile 2018, ha presentato  la serie di rubinetti da bagno e da cucina Hipster: Un inno a un modo di vivere indipendente, libero da ogni regola, e allo stesso tempo maniacalmente attento ai dettagli, metropolitano, sofisticato, capace di mixare stili molto diversi tra loro, sempre con una nota di ironia.

Una nuova linea di prodotti dalle forme cilindriche e minimal, interamente made in Italy, che presenta nel design forti riferimenti allo stile ‘industrial’, come le manopole che ricordano le vecchie valvole a saracinesca e che accentuano ancora di più la pulizia e il rigore del mood hipster.
L’apertura e la chiusura dell’erogazione dell’acqua sono controllate da movimenti a dischi ceramici di lunga durata, caratterizzate da una grande comodità di manovra.

rubinetto Hipster lavello


La serie da bagno è disponibile con rubinetteria per ceramiche da lavabo e da bidet, da doccia e vasca da incasso ed esterni, in finiture cromo e in PVD nero spazzolato.

Il miscelatore da cucina, dotato di un blocco di rotazione della bocca, è disponibile in tre finiture: cromo, PVD nero spazzolato e PVD nichel spazzolato.

rubinetto Hipster cucina


Una parete in resina spatolata, le classiche piastrelle da bistrot, o ancora una carta da parati originale dalla forte personalità rappresentano l’ambiente ideale in cui inserire il rubinetto Hipster di Mamoli, capace di conferire agli spazi un’estetica unica e un notevole accento internazionale e contemporaneo.


www.mamoli.com


Share:

Total white per una casa con patio interno

patio interno

Siamo in Polonia, dove lo studio Loft Szczecin ha sapientemente recuperato un vecchio edificio,  un tempo utilizzato come fucina, in una casa di 140 mq.
Prima dei lavori l’edificio era in pessime condizioni, praticamente in rovina. Per sfruttare al meglio lo spazio e renderlo più ampio, i progettisti hanno demolito il soffitto e creato uno spazio aperto alto 6 metri con un soppalco di legno per la zona notte. In corso d’opera hanno cercato di mantenere molti degli elementi architettonici originali all’interno dell’edificio. Per aumentare la luminosità dello spazio alcune delle pareti di mattoni sono state pitturate di bianco e lasciate a vista, mentre altre pareti sono state ricoperte da un intonaco in calce naturale bianco. In tutta la casa è stato posato un pavimento in legno di pino rifinito con un olio bianco importato dalla Danimarca, ad eccezione della cucina dove è stato posato un pavimento in marmo bianco.  
Il soggiorno e la cucina godono dell'accesso diretto al bellissimo patio interno dove un muro di mattoni separa la casa da una vecchia falegnameria.
Nel soggiorno spicca una fantastica collezione di poltrone e sedie danesi risalenti agli anni '40, '50 e '60 che aggiungono un elegante tocco nordico all’ambiente.

patio interno
patio interno
cucina total white
interno total white
interno total white
interno total white
interno total white
interno total white
interno total white
soppalco
interno total white
open space con soppalco



Share:
© Blog di arredamento e interni - Dettagli Home Decor | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig