martedì, ottobre 23, 2018

Cucine in cartone: alla prima occhiata nessuno le distingue da quelle vere

cucina in cartone per l'home staging

L’innovativo progetto, tutto Made in Italy, che rivoluziona l’home staging grazie ad arredamenti realistici in cartone stampato ad alta definizione


Tutti gli studi sono concordi: valorizzare un immobile prima di venderlo riduce il tempo di permanenza sul mercato del 70% ed azzera la trattativa.
Questo è l’effetto dell’home staging, in italiano “valorizzazione immobiliare”, disciplina nata in america oltre 50 anni fa che si occupa di presentare al meglio gli immobili in vendita per mostrare all’acquirente tutto il potenziale della casa tramite l’utilizzo di arredamento temporaneo, elementi di design e fotografie professionali.

Tutto facile dunque?
Non proprio: i costi (alti), i tempi (lunghi) e la logistica (faticosa) legata agli arredi tradizionali sono 3 elementi che rendono difficile (e spesso impossibile) la valorizzazione degli immobili.

Semplificare l’home staging è l’obiettivo di RE.DA, innovativo progetto che sfrutta la stampa digitale ad alta definizione combinata con la leggerezza e versatilità del cartone per abbattere i costi, azzerare i tempi e snellire la logistica legata all’ arredare casa temporaneamente.


cucina in cartone di RE.DA
particolare cucina in cartone di RE.DA

L’idea nasce dall’incontro tra Fabiano Gollo, da due generazioni immerso nel “cartone” grazie allo scatolificio di famiglia, ed Elisabetta Rossi, home stager professionista e formatrice per l’home staging. Presentato in anteprima a Febbraio davanti ad oltre cento “addetti ai lavori”, il progetto, interamente progettato e realizzato in Italia, ha riscosso fin da subito l’interesse del pubblico.

cucina in cartone di RE.DA

Da Marzo ad oggi abbiamo lavorato con home stagers, agenti immobiliari, investitori e costruttori per perfezionare il nostro prodotto. Allo stato attuale riusciamo a garantire un forte effetto realistico con costi fino all’80% inferiori rispetto all’arredamento tradizionale. Inoltre i nostri moduli sono leggeri, si montano in pochi minuti tramite semplici incastri e si trasportano facilmente anche in una comune berlina.” spiega Fabiano Gollo.

I vantaggi delle cucine in cartone?


Realistiche : stampate ad altissima risoluzione per dare al tuo immobile l’effetto WOW! che stavi cercando
Modulari : 5 moduli da combinare per creare il tuo arredo su misura
Personalizzabili : scegli lo stile più adatto ad ogni immobile!
Facili da trasportare : il cartone è un materiale leggerissimo. Smontate occupano poco spazio: noi abbiamo fatto stare 2 cucine intere in una station wagon ; Non servono furgoni per il trasporto ne montacarichi per raggiungere i piani alti
Facili da montare : nessun incastro complicato ne viti o bulloni. Nessun trapano da utilizzare per fare fori. Grazie a pratici magneti puoi montare e smontare i moduli con un solo gesto, quante volte vuoi
Resistenti : progettati per resistere nel tempo. Puoi montare e smontare la stessa cucina quante volte vuoi ed utilizzarla in più immobili
Economiche : lo stesso effetto di un arredo reale con l’80% di sconto

cucina in cartone di RE.DA
cucina in cartone di RE.DA

I primi sforzi si sono concentrati sulle cucine, da sempre la componente più onerosa e complessa da gestire, ma sono in cantiere anche bagni, camere, living e complementi d’arredo. Il progetto, tecnicamente ancora in fase di sviluppo, è ormai pronto per il lancio.

Abbiamo creato un gruppo riservato che si è popolato di addetti ai lavori. Queste persone ci hanno aiutato a migliorare il nostro prodotto e per ringraziarli apriremo le vendite in anteprima con  uno sconto a loro riservato”.

Per pochi giorni è ancora possibile accedere all’offerta ed unirsi al gruppo di sviluppo registrandosi tramite il sito www.arredorealistico.it. Scaduto questo termine il progetto sarà lanciato sul mercato tramite crowdfunding.


Share:

Il sistema di riscaldamento a portata di clic

Online il configuratore per un impianto su misura ed efficiente.

Online il configuratore per un impianto su misura ed efficiente. L’idraulico 4.0 arriva a Milano.

Con la stagione fredda ormai alle porte, è essenziale poter contare su un sistema di riscaldamento efficiente per una casa calda e confortevole.  
  
Che si tratti di rinnovare o sostituire il vecchio impianto, per individuare la soluzione che meglio soddisfi il proprio fabbisogno e sia in grado di garantire comfort e miglior rapporto qualità-prezzo, è necessario considerare diversi fattori e avere tutte le informazioni necessarie: a cominciare dalle caratteristiche dell'abitazione, dalla potenza richiesta, dalle necessità di utilizzo, senza dimenticare le varie tecnologie disponibili e le eventuali agevolazioni fiscali.

Per questo Desivero.com, la prima piattaforma digitale di servizi per il consumatore nell'ambito della termo-idraulica e dell'arredo bagno, ha sviluppato un configuratore online che, attraverso semplici domande ma un complesso motore di calcolo, accompagna l’utente nella scelta della soluzione ideale in maniera trasparente e smart, grazie all’ottimizzazione per dispositivi mobili e a un supporto tecnico sempre disponibile tramite un servizio di chat.

Online il configuratore per un impianto su misura ed efficiente

Dall’installazione di un nuovo sistema di riscaldamento alla ristrutturazione di uno esistente, fino alla sostituzione di un componente, il consulente virtuale di Desivero.com è una guida sicura e affidabile per scegliere la soluzione impiantistica più adatta con un evidente risparmio di tempo, energia e costi.

Online il configuratore per un impianto su misura ed efficiente

Se per acquistare una caldaia nuova, basta rispondere alle domande del tool, l’ecosistema Desivero.com permette di andare oltre il semplice e-commerce, fornendo anche servizi geolocalizzati di installazione, manutenzione e riparazione
Dopo l’attivazione a Torino, l’intervento dell’idraulico 4.0 è ora prenotabile anche a Milano per un servizio personalizzato a domicilio anche all’ombra del Duomo con un network di termotecnici qualificati e certificati Desivero.com.


Share:

lunedì, ottobre 22, 2018

Halloween: come decorare casa tra mistero e design

Dolcetto o scherzetto, portacaramelle o decorazioni terrificanti per la casa?

Dolcetto o scherzetto, portacaramelle o decorazioni terrificanti per la casa?


Su yellowa.it è tutto pronto per arredare gli spazi in vista di Halloween, ormai un appuntamento sempre più festeggiato anche in Italia. Per il 31 ottobre i designer, gli architetti e i fotografi del portale italiano - ideato dallo studio milanese HIT arcHITects - hanno scelto personalmente i complementi d’arredo e gli oggetti più originali e sorprendenti.

Lo speciale Halloween è online per trasformare la casa in modo raccapricciante ma con buon gusto: non possono mancare le classiche zucche ma invece di sceglierle tutte arancioni, yellowa.it propone di abbinarle con altre in colori più trendy, ad esempio i classici bianco o nero. Meglio ancora se sono di piccole dimensioni, meno ingombranti, più facili da posizionare sull'arredo o sui davanzali e pratiche per essere conservate fino al prossimo anno. 

zucca decorativa in bianco e nero

Per un'atmosfera generale “Halloween di design” meglio non usare più di tre colori. Se abbinati con oggetti in metallo l'effetto sarà ancora più elegante: perfetto il portagioie in alluminio di Hab&Gut con un teschio decorativo ideale per un effetto “spaventoso”. A questo proposito, altre idee fantasiose sono gli accessori a forma di teschio con varie funzioni, come lo svuotatasche, la candela o lo sgabello.

portagioie a forma di teschio
svuotatasche a forma di teschio
sgabello a forma di teschio

Immancabili i sacchetti per raccogliere i dolci, ma invece della classica zucca in plastica si può optare per delle borse in lino con decorazioni a tema, adorate dai più piccoli e dalle mamme.

borse in lino portadolci a tema Halloween
Per completare il total look, in ingresso sulla parete o sulla porta, una classica ghirlanda decorativa in toni autunnali, una catena di mini zucche illuminate e delle finte candele a prova di bambini!

ghirlanda decorativa autunnale
decorazioni per Halloween

E per l’amico a quattro zampe? Sarà di sicuro lui il protagonista della serata con la criniera cane-leone di Wilk.

criniera cane-leone per l'amico a quattro zampe



Share:

Arredare casa in autunno. Dettagli color terracotta per la nuova stagione

Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018

Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018. Una tonalità forte e vigorosa ma allo stesso tempo delicata, che nell’arredo evoca atmosfere di terre lontane.

Caldo e naturale, il terracotta è il colore ideale per arredare casa in autunno, in tutte le sue sfumature: dalle gradazioni più rosate fino all’intenso rosso mattone. 

Bianco e avorio gli abbinamenti più immediati, ma lo si può facilmente accostare anche ai colori caldi così come ai colori freddi. Nel modo dell’interior design il terracotta può essere utilizzato per le pareti di casa o negli accessori. Con pareti color terracotta, stanno bene gli arredi classici o rustici. Se invece preferisci il design, declina colori tenui ma non troppo freddi con linee morbide. Punta sui legni sia per i mobili sia per il pavimento. A terra, in alternativa al parquet, è molto piacevole l’effetto naturale della calce.
Arredare casa in autunno con l'aggiunta di dettagli color terracotta è facile. Puoi utilizzare cuscini, tende, plaid, coperte e asciugamani dai tessuti tono su tono e in diverse sfumature, il risultato sarà uno spazio caldo e accogliente, proprio come questo piccolo appartamento svedese.

Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018
Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018
Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018
Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018
Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018
Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018.
Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018.
Il terracotta è tra i colori più di tendenza per questo 2018
immagini via Fantastic Frank


Share:

venerdì, ottobre 19, 2018

Abimis, nuovo Sistema di Controllo del Freddo

Abimis ha progettato il nuovo Sistema di Controllo del Freddo

Per servire una portata di qualità è indispensabile una materia prima di qualità. In questo senso, è inevitabile che la fase di conservazione dei cibi acquisisca un valore imprescindibile nel generale atto del cucinare, anche e soprattutto se pensata in relazione a temi fondamentali quali l’igiene e la sicurezza.

Abimis ha progettato il nuovo Sistema di Controllo del Freddo.


Un programma tecnologico di colonne refrigerate completamente personalizzabili per finitura, dimensione e configurazione, rese uniche da un pannello esterno, facilmente accessibile, che permette di modulare la temperatura dei vari scomparti e di monitorarne lo stato in qualunque istante.

Abimis ha progettato il nuovo Sistema di Controllo del Freddo

Grazie al Sistema di Controllo del Freddo, che sfrutta le tecnologie proprie della grande ristorazione, Abimis prosegue nel suo intento di avvicinare il mondo della cucina professionale all’utilizzo domestico, per rendere unico il rito quotidiano del cucinare anche tra le mura di casa propria, con gli strumenti migliori e più affidabili.

Abimis ha progettato il nuovo Sistema di Controllo del Freddo
Abimis ha progettato il nuovo Sistema di Controllo del Freddo

L’aspetto, semplice e dalle linee morbide, e il materiale, l’acciaio inossidabile AISI 304, restano i medesimi delle cucine Abimis. Anche l’approccio all’igiene resta quello tipico di Abimis, pensato per soddisfare i più elevati standard: le porte a filo e le ante raggiate, senza angoli vivi, impediscono infatti allo sporco di annidarsi e facilitano le operazioni di pulizia.

Abimis ha progettato il nuovo Sistema di Controllo del Freddo

Il Sistema di Controllo del Freddo si articola in più celle, tra loro separate e a diverse temperature, destinate alla conservazione con sapienza e organizzazione: la carne e il pesce, ad esempio, sono divisi dalla frutta, la verdura, il latte, ecc per impedirne le contaminazioni. Tutti i ripiani del sistema, poi, sono estraibili per garantire la massima accessibilità e una migliore organizzazione degli spazi. Un sistema di ventilazione interno, infine, garantisce la stessa temperatura in qualunque punto della cella.

Abimis ha progettato il nuovo Sistema di Controllo del Freddo

Anche il Sistema di Controllo del Freddo di Abimis adotta il sistema Gastronorm, che prevede dimensioni standard per i recipienti, i vassoi e gli altri strumenti utilizzati nel mondo della ristorazione, ottimizzando la sistemazione dei vani e la fruibilità di tutti i vari alimenti e strumenti di lavoro.

Share:

A Londra, due nuovi progetti residenziali firmati da Italia and Partners

progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington

Due appartamenti, entrambi in edifici vittoriani di fine ‘800 ma con caratteristiche differenti, due progetti diversi con un obiettivo comune: reinterpretare e ridefinire gli spazi esistenti in modo da restituire fruibilità e funzionalità, oltre ad un impatto scenografico e di grande effetto.


Nello splendido quartiere di South Kensington, Italia and Partners ha curato il progetto di ristrutturazione e interior design per una residenza in Wetherby Gardens.

progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington

Con una superficie di circa 65 mq, l’appartamento presentava un grande soggiorno con angolo cottura, a cui si accedeva da una piccola lobby d’ingresso, buia e opprimente, che introduceva anche all’unica camera da letto, all’interno della quale era collocato il bagno.
L’esigenza di modificare la situazione preesistente, decisamente poco funzionale, insieme alla volontà di avere una seconda camera ed una cucina separata dal soggiorno, sono state le principali sfide progettuali a cui lo studio torinese ha saputo rispondere con  grande soddisfazione dei committenti.
Si è prima di tutto eliminata la lobby, realizzando un ambiente living all’ingresso e garantendo maggiore luminosità a tutto l’ambiente. Al centro del corpo di fabbrica è stata collocata la cucina, delimitata da porte scorrevoli a tutt’altezza di Rimadesio, che permettono di poter dividere gli ambienti quando necessario e, allo stesso tempo, di avere uno spazio più aperto.

progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington
progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington
progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington

Sono stati inoltre ricavati una seconda camera-studio ed un corridoio che conduce alla camera padronale, caratterizzata da un ampio terrazzo affacciato sui giardini da cui prende il nome, e al bagno (eliminando la scomodità di accedervi passando attraversando la camera). Nel corridoio è stata progettata una libreria/armadio su misura per contenere tutti gli apparati tecnologici, oltre ad una zona ripostiglio per ottimizzare ulteriormente gli spazi.

progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington
progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington
progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington

Il bagno è stato realizzato in marmo di Carrara con la tipica finitura Chevron (a spina), che riprende il disegno della pavimentazione in rovere a spina di pesce posata in tutto l’appartamento.

progetto di ristrutturazione e interior design a South Kensington

Grande importanza riveste il progetto illuminotecnico, segno distintivo di Italia and Partners: la luce è inserita all’interno di gole larghe solo 4 cm, incastonate nel soffitto, che nella zona giorno si intersecano diventando elemento decorativo, mentre nel corridoio sono state pensate lineari, così come nel bagno dove si aggiungono ai faretti Juncos di Flos.
Al rovere cappuccino della pavimentazione è stato accostato il rovere termocotto dei mobili, realizzati su disegno dello studio Italia and Partners e inseriti in bagno, nella seconda camera e nel corridoio. Gli armadi sono stati laccati per alleggerire l’insieme, mentre le pareti sono state lasciate neutre per valorizzare arredi e quadri.  
Per quanto riguarda invece gli arredi, il tavolo e la madia sono di Rimadesio, le sedie sono di Bonaldo e il divano in velluto blu acceso di Lema, mentre la cucina è di Modulnova.
Una scelta interamente “made in Italy”, sia per quanto riguarda il materiale che per quasi tutte le maestranze che hanno collaborato al progetto, a garanzia di un livello di finiture al di sopra della media.

progetto ristrutturazione e interior design appartamento in Collingham Place

Molti tratti distintivi dell’approccio di Italia and Partners si ritrovano nel progetto per l’appartamento in Collingham Place, nel quartiere di Earls Court, a Chelsea.
Partendo una superficie di circa 75 mq, su tre livelli, i proprietari avevano l’esigenza di inserire un altro bagno al livello della zona giorno e di ridistribuire gli spazi per risolvere lo sfasamento tra la cucina e il salotto. “Abbiamo creato delle nicchie bifacciali che si integrano con due mensole in cucina”, spiega Matteo Italia, “così da risolvere il problema dei diversi livelli di quota, ed abbiamo inserito un biocamino sul lato del soggiorno.”
L’ingresso è stato completamente aperto realizzando un soggiorno living che sembrasse più ampio, valorizzando anche le stupende finestre esistenti.

progetto ristrutturazione e interior design appartamento in Collingham Place
progetto ristrutturazione e interior design appartamento in Collingham Place
progetto ristrutturazione e interior design appartamento in Collingham Place

Nella zona living, somo presenti alcuni oggetti iconici entrati nella storia del design, come la lampada Arco di Castiglioni e la Eames Lounge Chair, oltre al tavolo AX di Bonaldo, alle sedie di Lema, alle String Light di Flos ed alla carta da parati Jardin d’Osier di Hermès, al mobile tv e al divano realizzati ad hoc su progetto.
La scala, precedentemente in moquettes, è stata rivestita in legno della stessa finitura della pavimentazione, trasformandola da elemento critico dell’appartamento a fulcro visivo e funzionale di grande impatto scenografico. Per un maggiore effetto sono stati disegnati dei mancorrenti laccati neri che riprendono i rettangoli realizzati nella controsoffittatura, completati da strip led inserite all’interno.

progetto ristrutturazione e interior design appartamento in Collingham Place

Al piano superiore la camera padronale è stata arricchita da una cabina armadio, mentre al bagno della zona notte è stata conferita una personalità decisa grazie alle piastrelle bianche e nere della collezione Puzzle di Mutina ed alle rubinetterie scelte in nero, così come la struttura del mobile lavabo Cielo con piano in resina.
Alcune porte in legno già esistenti nel locale sono state restaurate, per mantenere un elemento di continuità con la struttura originaria, mentre in altri punti sono state utilizzate porte rasomuro di Lualdi.

progetto ristrutturazione e interior design appartamento in Collingham Place
progetto ristrutturazione e interior design appartamento in Collingham Place
progetto ristrutturazione e interior design appartamento in Collingham Place

Anche in questo caso è stata data grande importanza al progetto illuminotecnico: l’illuminazione (laserblade di iGuzzini) è stata inserita all’interno di rettangoli neri, realizzati su progetto nella controsoffittatura di tutta la casa, che si alternano in maniera asimmetrica per un effetto di grande impatto decorativo.
La pavimentazione di tutta la casa è in rovere grigio, posato a spina di pesce al piano terra e a tolda di nave al piano superiore.

All’interno dell’alloggio abbiamo utilizzato solo materiali e arredi italiani”, sottolinea Matteo Italia: “la maggior parte dei mobili sono stati progettati da noi e realizzati da una  falegnameria artigianale, così da avere un risultato di maggiore qualità”.

Entrambi i progetti sono stati conclusi da Italia and Partners nel 2018.

Share:
© Blog di arredamento e interni - Dettagli Home Decor | All rights reserved.
Blogger Template Crafted by pipdig