3 soluzioni per valorizzare la zona living puntando sull’illuminazione

come illuminare al meglio il soggiorno di casa

La zona living è l’ambiente più importante dei nostri
appartamenti, lo spazio dove la famiglia trascorre il tempo insieme ed anche la
parte pubblica delle nostre case. Per questo è lo spazio che richiede la
maggiore illuminazione, possibilmente naturale, e lo studio
dell’illuminotecnica sta diventando sempre più determinante nelle scelte
relative all’interior design delle nostre case
.

Ma come illuminare correttamente il soggiorno di casa?

Cerchiamo di approfondire il tema partendo, come
sempre, da un’esperienza reale, quella di Lorenzo che ha deciso di ristrutturare la zona giorno della sua casa in provincia di Firenze. Per scegliere la
soluzione più adatta al suo budget, ma soprattutto ai suoi gusti e alle sue
esigenze, Lorenzo si è rivolto a GoPillar,
l’ormai nota piattaforma internazionale per la progettazione online, ottenendo
così 15 diverse soluzioni progettuali realizzate da altrettanti architetti, sia
italiani che stranieri.

Uno dei progetti maggiormente apprezzati da Lorenzo è
stato realizzato dall’architetto toscano Gabriele
Spina
che ha prestato particolare attenzione allo studio
dell’illuminazione.

render progetto arch. Gabriele Spina - GoPillar

Come ci spiega nella relazione allegata al progetto: “Da
un’analisi illuminotecnica ci siamo accorti che un’ampia porzione del living
non è sufficientemente illuminata da luce naturale, per questo, sempre
rifacendoci all’uso del cartongesso, è stato inserito un elemento ribassato al
soffitto avente la funzione di diffondere una luce artificiale proveniente da
un taglio inserito nello spessore che corre lungo il perimetro di questo
elemento; tale luce può essere regolata da un opportuno comando a relè per
adattarsi all’utilizzo durante i vari orari della giornata. Sempre per ovviare
allo stesso problema, altri tagli luminosi sono stati inseriti lungo il
perimetro destro della controparte con nicchie portaoggetti andando così anche
ad evidenziare la scala che è stata riqualificata dal punto di vista cromatico
.”

Un approccio completamente diverso è stato invece
adottato dal giovane architetto milanese BeatriceCanonaco che per massimizzare
l’illuminazione della zona giorno ha puntato su colori e finiture per esaltare
la luminosità dello spazio.

render progetto arch. Beatrice Canonaco - GoPillar

In particolare “la scelta di volere adoperare
finiture dalle tonalità chiare, oltre a far sembrare l’ambiente più ampio, ne
garantisce anche una maggiore luminosità
”.

Anche il progetto realizzato dall’architetto Emanuele
Rufo
ha puntato sull’uso di colori, finiture ed arredi per
potenziare la luminosità dello spazio
, scegliendo però una soluzione ancora più
drastica e uno stile decisamente meno moderno. 

render progetto arch. Emanuele Rufo - GoPillar

Nello specifico la scelta dei
colori ha tenuto conto della necessità di illuminare il più possibile la zona
giorno
, per questo si è optato per una soluzione total white per la cucina e le
pareti, in contrast
o netto con il pavimento in laminato scuro e per
l’inserimento di complementi d’arredo di colore rosso così da vivacizzare
l’ambiente.

Autore GoPillar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *