Agriturismo DonnaCarmela: Natural Lodge Experience

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Lo studio di architettura Balla Calvagna di Catania ha progettato, per il romantico agriturismo DonnaCarmela di Riposto, bellissimi Natural Lodge “dimore minime immerse nella
vegetazione lussureggiante di un vivaio specializzato nella produzione di
piante mediterranee”.

L’esperienza di trascorrere del tempo nei lodge
consente agli ospiti di entrare in risonanza con il paesaggio
: l’interno è
esterno, e viceversa. Il soffitto è in
argilla cruda con inserti di canapa, foglie e sabbia vulcanica, materiali che
conferiscono ulteriori dimensioni tattili e percettive alla superficie. La sala
da bagno, rivestita in pietra lavica dell’Etna e resina a base di argilla,
intravede l’ambiente centrale attraverso un filtro di vetro e foglie – o pomice
rossa, o argilla espansa – riconducibile a un vetro materico. Queste
caratteristiche, diversamente accostate e declinate, originano per ognuno dei
lodge una identità sensoriale riconoscibile, amplificata in alcuni casi
dall’esuberanza del design che sembra voler riportare all’interno la forza e
l’aleatorietà della natura circostante.

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

I lodge sono realizzati  con pannelli portanti di legno lamellare di
abete
ad assi incrociati (XLAM), tecnologia costruttiva a secco che garantisce
una elevata qualità ecologica, in quanto consente risparmio idrico in sede di
costruzione e facilità di smontaggio, nonché il recupero dei materiali da
reimpiegare, in fase di demolizione. L’efficienza energetica dell’involucro
edilizio è assicurata, oltre che dalla componente strutturale, da una
coibentazione in fibre di legno e serramenti in PVC, tutti elementi a bassa
emissione di CO2 e basso consumo energetico nel loro ciclo di vita, dalla
produzione alla dismissione.

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Dimore minime in risonanza con il paesaggio


Nel lodge alcova lo spazio privato del letto è scavato all’interno di una
scatola da abitare”, realizzata in lamelle di legno di pioppo accostate e
sagomate per definire tutti gli elementi di arredo: il letto stesso, un divano,
comodini e TV in nicchia. La “scatola da abitare” non solo racchiude l’alcova,
ma separa e determina, con il suo involucro esterno, gli spazi del guardaroba e
del bagno.

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Nel lodge foresta lo spazio interno è pensato come una foresta onirica: il
pavimento di resina nera lucida è stato scelto anche per riflettere le 2500
canne di bambù che scendono dal soffitto scuro in maniera i
rregolare ma controllata grazie all’uso di software parametrici in fase
esecutiva. Il soffitto, insieme alle pareti, è realizzato in legno bruciato
superficialmente con la  particolare tecnica giapponese Shou-Sugi-Ban.

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Dimore minime in risonanza con il paesaggio

Per informazioni e prenotazioni www.donnacarmela.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *