Come risparmiare in edilizia per la ristrutturazione del bagno

bagno moderno con doccia

Un intervento di ristrutturazione casa, anche se parziale come il rinnovamento del bagno, è un lavoro impegnativo e costoso. Ed è per questo che è importante valutare con attenzione i lavori da fare, i tempi di realizzazione delle opere, le autorizzazioni necessarie e, soprattutto, avere ben chiaro quali possono essere i costi e come poter risparmiare.

I lavori di rinnovamento e riqualificazione del bagno coinvolgono sempre diverse figure professionali, così, la scelta più pratica e sicura è senza dubbio quella di affidare il lavoro ad un’impresa edile. In questo modo si avrà un solo interlocutore con cui gestire e organizzare al meglio ogni cosa: dalla realizzazione del progetto alla richiesta dei permessi necessari all’esecuzione dei lavori. Spesso, infatti, l’impresa edile dispone di una rete di specialisti su cui contare.

Ma come risparmiare in edilizia per la ristrutturazione del bagno? Il primo passo è proprio quello di trovare gli esperti di edilizia nella propria città, o comunque nelle immediate vicinanze, ai quali richiedere preventivi gratuiti e senza impegno.  Confrontando attentamente i preventivi, sarà facile trovare l’offerta più conveniente, individuare l’impresa più adatta e risparmiare.

Ristrutturare il bagno: costi e agevolazioni fiscali 2019

Grande o piccolo che sia, la stanza da bagno è uno spazio importante della casa. Condiviso da tutta la famiglia, il bagno richiede un’attenta progettazione per adattarsi alle diverse esigenze e risultare esteticamente bello, pratico e funzionale.

Quando si ha la necessità di ristrutturare il bagno le scelte che si fanno influiscono sul costo finale della ristrutturazione, per questo è sempre meglio affidarsi ad un esperto in grado di consigliare e suggerire le soluzioni giuste a seconda del budget a disposizione.

In base al tipo di intervento che si desidera effettuare, i costi per la ristrutturazione del bagno vanno in media da € 4.000 a € 15.000. Per il semplice restyling di piastrelle, sanitari e una nuova doccia o vasca in media si spendono 4.000 euro. Se a questi lavori si aggiungono anche la sostituzione degli impianti e un nuovo pavimento, allora la cifra può raggiungere gli 8.000 euro. Nel caso in cui si proceda con una ristrutturazione completa, a seconda delle finiture scelte e di come si vuole attrezzare lo spazio, si possono spendere fino a ben 15.000 euro.

bagno ristrutturato con nuovi rivestimenti in gres percellanato

rivestimenti collezione PAT di FAP Ceramiche

Fortunatamente per tutto il 2019 è ancora possibile beneficiare delle detrazioni per lavori di ristrutturazione e di riqualificazione. La ristrutturazione completa del bagno è un intervento di manutenzione straordinaria che beneficia del Bonus ristrutturazione del 50% con un limite massimo di spesa di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare. In più, è possibile usufruire del Bonus mobili per l’acquisto di un nuovo arredo bagno.

La spesa per la sola sostituzione di pavimenti, rivestimenti e sanitari, senza quindi intervenire sull’impianto, non è detraibile ma se fanno parte di un intervento più ampio di ristrutturazione o di manutenzione straordinaria su una singola unità abitativa, questi lavori vengono assorbiti dall’intervento facente parte di una categoria complessivamente agevolabile.

sanitari sospesi di Ceramica Cielo

Enjoi e Amedeo di Ceramica Cielo

Ristrutturare il bagno: i lavori che necessitano delle autorizzazioni

Quando i lavori di rifacimento del bagno prevedono unicamente la sostituzione di sanitari, pavimenti e rivestimenti, si tratta di interventi di manutenzione ordinaria che rientrano nell’ambito delle attività di edilizia libera per cui non è necessario richiedere alcuna autorizzazione.

Se la ristrutturazione del bagno comprende anche la sostituzione delle tubature, degli impianti e del massetto, allora l’intervento rientra tra le opere di manutenzione straordinaria e, di conseguenza, è necessaria la CILA.

bagno moderno e luminoso

Fasi e tempi per una ristrutturazione bagno completa

Quando si procede con una ristrutturazione totale del bagno il primo passo prevede la rimozione della pavimentazione, del massetto, delle vecchie piastrelle e dei sanitari. Successivamente, si passa al rifacimento dell’impianto idraulico e se occorre anche di quello elettrico, ponendo la massima attenzione soprattutto agli strumenti per l’efficienza e il risparmio idrico.

miscelatore lavabo bagno a risparmio idrico

rubinetto lavabo Nanotech di Rubinetterie Treemme

Infine, si procede con l’installazione della nuova pavimentazione, dei nuovi rivestimenti e dei sanitari. Fatto ciò si completano i lavori con la tinteggiatura delle pareti.

Questi lavori in media richiedono circa 8-10 giorni per essere completati. È possibile, però, incappare in qualche imprevisto che faccia slittare i tempi. Il nostro consiglio è di richiedere e confrontare più preventivi personalizzati, oltra a consultare gli esperti in edilizia per valutare insieme le tempistiche per la ristrutturazione del bagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa breve cookie
Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie Cookie policy