Come valorizzare un appartamento per una famiglia dotato di appena due finestre

Una giovane coppia svedese ha chiesto a GoPillar
(Ex CoContest) – piattaforma di crowdsourcing per l’architettura e l’interior
design che mette in contatto i clienti con oltre 54mila professionisti di tutto
il mondo – di rinnovare il proprio nido d’amore a Londra, con lo scopo di poter
accogliere la nascita di un figlio.

I clienti hanno posto una sola condizione:
abbandonare il freddo stile inglese e utilizzare il design Nordico della loro
madrepatria, integrando un bellissimo divano blu, unico elemento d’arredo da
non sostituire.

A livello strutturale l’appartamento ha una pecca, ovvero
l’esposizione solo su due lati
. I progettisti hanno dovuto studiare la
suddivisione dei diversi ambienti domestici, living, cucina, zona pranzo e una
piccola camera da letto matrimoniale, in uno spazio con solo due finestre.

La sfida è stata comunque accolta con grande entusiasmo.
12 i progetti ricevuti da diversi parti del mondo, 12 proposte tra cui poter
scegliere l’idea vincente, e come sempre tutte hanno soddisfatto le aspettative
dei committenti
.

I designers SignUp architects si sono aggiudicati il primo premio

Un colore deve dominare nello stile scandinavo ed è
il
bianco. Riflettente e luminoso questo colore è il filo conduttore del progetto: scelto per le pareti della casa, per le ante della cucina abbinate a un delicatissimo  acqua marina, per i mobili collocati tra l’ingresso e il
soggiorno, oltre che per tutto l’arredamento della camera da letto.
Ovviamente non poteva mancare il
contrasto con il nero 
in tutte le sue tonalità: i tessuti dei cuscini, le
lenzuola della camera, il tappeto posto vicino al divano, la libreria situata con grande astuzia nella sala pranzo, pensata per creare una
zona lettura sfruttabile all’occorrenza.

Altro elemento cardine dello stile scandinavo è il legno:
caldo e vivo questo materiale ha la caratteristica di illuminare tutto lo
spazio che lo circonda, condizione essenziale per questo appartamento.

Molti designer hanno scelto proprio il legno come filo conduttore del progetto. Annie Yakimova ha
impiegato un’essenza particolare, la quercia, un legno che tende quasi al giallo e in grado di regalare maggiore senso di calore all’intero appartamento. La
strategia è stata quella di utilizzarlo solo come un piano
. Guardando il progetto
si può infatti notare il legno di quercia che parte 
dal fianco della cucina, prosegue come piano di lavoro e come
mensole, si trasforma in un piccolo tavolo bar dotato di due sgabelli, per poi
riscendere e trasformarsi in una comoda seduta per la zona pranzo.

Un’idea simile  è presente anche nel progetto proposto realizzato dal
designer 
Diego Schiavi  che,
a differenza della collega, lo ha impiegato nella parete destinata alla TV. In questo caso il legno, presente in tutto l’appartamento, è stato abbinato a elementi 
in metallo che
richiamano lo stile industriale e regalano allo spazio un tocco decisamente
inusuale e caratteristico. Le porte che separano gli ambienti (ingresso/cucina
– zona living/zona notte) hanno una struttura in acciaio verniciato nero, finitura che ritroviamo nelle lampade a sospensione poste nella zona pranzo e nella camera.

pendenti sulla zona pranzo e sul letto.

Autore GoPillar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *