Fibra di cellulosa per la ristrutturazione della casa

13 Shares
13
0
0

Quando arriva il momento di dedicarsi alla ristrutturazione della propria casa, oppure se è stata appena acquistata un’abitazione che necessita di qualche ritocco performante, l’isolamento termico è tra i principali aspetti dei quali bisogna tenere conto. Grazie ad esso potrà essere infatti migliorata la qualità dell’aria negli ambienti dove si passerà la maggior parte delle giornate: la casa è una seconda pelle e come tale occorre prendersene cura, in maniera profonda.

Tra i migliori materiali termoisolanti a disposizione nel campo della bioedilizia, la fibra di cellulosa merita un posto speciale. Si ottiene da carta di quotidiani riciclata (dunque di qualità), che poi viene trattata con sali minerali e resa resistente al fuoco oltre che repellente a insetti, muffe e roditori. Durante la produzione si eliminano le particelle in eccesso di polvere, per poi trasformare la carta in fiocchi di cellulosa (la cui caratteristica è un’elevata elasticità).

Risulta evidente dunque come scegliere di ricorrere a questo materiale isolante permetta di mettere a segno importanti risparmi in termini di processo produttivo, evitando di inquinare. E’ l’ideale per procedere al corretto isolamento sia di un appartamento che di una porzione di esso, oppure di un intero condominio (ma anche di capannoni o strutture di nuova costruzione). E’ ovvio che la fase cruciale di questo intervento è quella della progettazione, per la quale l’ideale sarà affidarsi all’esperienza di un’azienda come Cellulosa Brescia. La cellulosa viene impiegata da molti anni ormai come perfetto isolante dall’umidità, dal freddo e dal caldo: le tecnologie moderne permettono di puntare su un materiale salubre e dal costo contenuto, che si potrà utilizzare anche per una riqualificazione energetica degli edifici.

Le caratteristiche principali di questo termoisolante naturale

Sono molti gli aspetti positivi che rendono la fibra di cellulosa un materiale virtuoso, oltre che – come abbiamo visto – rispettoso dell’ambiente. Primo tra tutti il fatto di riuscire ad attutire e ‘gestire’ le differenze di temperatura tra il giorno e la notte nei diversi ambienti (consentendo un risparmio in bolletta). Un elemento decisivo per tutte le stagioni, ad esempio in estate è possibile mantenere la casa fresca assorbendo l’umidità di giorno e rilasciandola poi la notte, quando l’aria all’esterno è più fredda. In inverno entreranno in gioco altre valutazioni, dal momento che la fibra di cellulosa è in grado di assicurare la protezione degli ambienti interni dal freddo e scongiurare la formazione di ghiaccio.

Sarà poi utile precisare come, oltre a essere un isolante termico naturale, la fibra di cellulosa consenta di ottenere anche un buon isolamento acustico. Le moderne tecniche, frutto di una continua ricerca, hanno consentito e consentono di perfezionare le caratteristiche di resistenza della fibra di cellulosa: l’isolamento, insomma, è garantito per anni e la manutenzione richiesta è minima. La tecnica più semplice ed economica è quella dell’insufflaggio di cellulosa all’interno delle intercapedini dei muri di casa. Non è invasiva e anzi l’intervento è veloce, dal momento che è sufficiente una sola giornata di lavoro, inoltre l’ambiente non si sporca. Sarà utile fare infine anche mente locale sul fatto che – oltre ad avere un costo contenuto – per l’intervento di isolamento termico con fibra di cellulosa è possibile intercettare detrazioni fiscali.

13 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like