Garden Tree House: alberi in casa

Ideata dall’architetto architetto giapponese Hironaka Ogawa,
la Garden Tree House è un esempio di come si può integrare la natura nella
progettazione architettonica, rispettando il legame con il luogo e con gli elementi
che da sempre lo contraddistinguono.

Il progetto nasce
dalla necessità dei proprietari di ampliare la loro abitazione per realizzare
una nuova unità da destinare alla figlia.

Sul terreno dove sorge la vecchia casa ci sono due alberi
trentennali, uno di canfora e uno di zelkova, testimoni importanti dei ricordi
d’infanzia e del trascorrere del tempo.

“Sono
cresciuti con la nostra famiglia e hanno, da sempre, dato colore al nostro
giardino”
, racconta la figlia all’architetto e queste parole hanno condizionato
l’intero progetto.

E così, l’utilizzo
dei due alberi è divenuto il tema principale nella progettazione: sono stati
tagliati, lasciando intatti i rami, fatti essiccare in un apposito forno e
ricollocati nella loro posizione originaria trasformandoli nei pilastri
portanti della struttura.

Collocati al centro
della zona giorno e della cucina, gli alberi sono un punto focale visivo sia
per il piano terra che per lo spazio soppalcato e influenzano gli altri
elementi organici della casa come il corridoio curvo e le travi in legno.

Pur essiccati, sembrano generare nuova vita dando origine ad
una sorta di scultura dove la luce bianca che pende da uno dei rami si
trasforma in un fiore appena sbocciato.

HIRONAKA OGAWA and ASSOCIATES zsv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *