Il bianco che racconta il bianco

White in the city l’evento più atteso della Milano Design Week 2017

L’evento più atteso della prossima Milano Design Week si
chiama White in the city e, come
dice il nome, avrà per protagonista il bianco: il “colore non colore” che ha
attraversato la storia dell’architettura e del design ed ora è il simbolo della
contemporaneità, dell’essenzialità, di un nuovo modo di concepire gli spazi.

Le sue mille sfaccettature lo rendono il più vario delle
basi cromatiche: a volte è più vicino all’eleganza dell’avorio, altre più
simile al freddo del ghiaccio, altre ancora alla morbidezza del lino. C’è il
bianco corposo, quello evocato dalle case del sud Italia, della Grecia e
dell’Andalusia, con i loro rivestimenti a calce e le pietre chiare. C’è il
bianco assoluto, “che rende più evidenti
le differenze tra aperture e chiusure, tra solidità e trasparenza, tra
involucro e struttura”
, come sostiene Richard Meier. C’è il bianco
metropolitano
, che riveste gli elementi architettonici con la sua patina
candida, lasciando intravedere la materia. E ci sono le infinite sfumature di
bianco delle fibre naturali: cotone, lino e canapa, ciascuna con la sua
particolarità.

Il bianco trasmette un
fascino senza tempo
, è in grado di armonizzarsi con stili ed ambienti
differenti, trasformandosi, a volte, nell’elemento distintivo di un progetto; è
la tonalità che, più di tutte, dona forza e fascino ad uno spazio, interno o
esterno che sia. Con le sfumature di questo “non colore”, si può enfatizzare la
profondità di un ambiente, mettere in evidenza i dettagli, le texture e i
materiali.

Il bianco non è solo una scelta di tendenza, il bianco è
anche funzionalità; il bianco attenua le imperfezioni ottiche, fa sua la luce
naturale e la riflette nelle stanze regalando una sensazione di raffinatezza,
di modernità e pura bellezza.

Sono moltissimi gli interni scanditi dal candore, sia classici
che contemporanei; ambienti monocromatici dal carattere forte che ci piacciono
perché non eccedono nella saturazione totale ma giocano con tutte le gradazioni
di bianco dei materiali, degli oggetti, delle finiture per creare movimento,
fluidità ed emozione.

Se, come noi, amate il bianco, non perdetevi White in the city, l’evento promosso da Oikos e curato da Giulio Cappellini, che racconterà
il bianco attraverso i lavori di numerosi architetti e designer di fama
internazionale.

White in the city l’evento più atteso della Milano Design Week 2017

White in the city l’evento più atteso della Milano Design Week 2017

White in the city l’evento più atteso della Milano Design Week 2017

White in the city l’evento più atteso della Milano Design Week 2017

White in the city l’evento più atteso della Milano Design Week 2017

White in the city l’evento più atteso della Milano Design Week 2017

White in the city – Milano Design Week 2017 dal 4 al 9 aprile

1 Comment

  1. decorazioni
    2 Mar 2017 / 8:32 am

    Il bianco ha i suoi pregi, ma, a dire il vero, questo colore non mi piace molto. Le pareti e i mobili bianchi si sporcano facilmente. Gli ambienti bianchi mi sembrano noiosi, io ci aggiungerei decorazioni di colori forti ed intensi, ad esempio carte da parati o adesivi murali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *