Il mondo Abimis: l’alta cucina è nei dettagli

È il cuoco che deve adattarsi alla cucina, o viceversa?

È il cuoco che deve
adattarsi alla cucina, o viceversa?

Abimis parte da questa
domanda. Parte dal cuoco, attorno al quale solo successivamente costruisce un
ambiente unico e articolato, cucito sui gusti e sulle necessità, interamente su
misura.

Dalla forma alle
dimensioni, al piano, alle ante, alle finiture: come un Lego, tassello dopo
tassello la cucina (intesa come ambiente, come appendice del cuoco, non solo
come oggetto) prende forma in ogni suo dettaglio, mai uguale e sempre altamente
performante.

Trait d’union,
l’acciaio inossidabile AISI 304, biologicamente neutro, ultra-resistente e
sostenibile, perché riciclabile al 100%.

Ma a rendere unica una
Abimis non è solo la sua sartorialità di fattura artigianale, bensì l’ampio
portfolio di caratteristiche tecniche peculiari della ristorazione
professionale
, e che l’azienda ha portato all’interno dei contesti domestici,
per i veri cultori della cucina. 

I piani Abimis,
disponibili in più versioni, sono senza fughe per garantire il massimo
dell’igiene. Lo spessore elevato garantisce massima robustezza. Anche l’alzata
del piano, prodotta in un pezzo unico, viene adattata a qualsiasi situazione. 
Le ante, arrotondate
sui quattro spigoli o squadrate, hanno un’anima in alveolare d’alluminio per
coniugare leggerezza e robustezza, e attutire il rumore quando si chiude
l’anta.

È il cuoco che deve adattarsi alla cucina, o viceversa?

Ai tradizionali vani
squadrati
, Abimis affianca il vano con angoli raggiati, per impedire allo
sporco di annidarsi e facilitare le operazioni di pulizia
. I ripiani nei vani e
nei moduli sono estraibili, per sfruttare fino in fondo lo spazio e renderlo più
facilmente accessibile.
I vani, adattabili a
qualunque elettrodomestico, sono realizzati in misure compatibili con il
sistema Gastronorm, insieme di misure standard riferite a tutti gli elementi
del cucinare.

Abimis ha studiato e
brevettato la cerniera cardine di Ego
. Completamente in acciaio, consente di
disegnare cucine con le ante a filo, non necessita di essere regolata e
facilita la pulizia.  Non solo estetica,
dunque, ma anche funzionalità, sicurezza e massima igiene.

È il cuoco che deve adattarsi alla cucina, o viceversa?

Ma non è tutto, perché
Abimis propone cassetti refrigerati e caldi, lavelli su misura per accogliere
anche le stoviglie più grandi e personalizzazione infinita anche nelle finiture
del top e delle ante
, queste ultime verniciabili o rivestibili in legno, pietra
naturale, pietra acrilica e altri materiali. 

www.abimis.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *