Il ritorno della carta da parati

161 Shares
60
0
101

La carta da parati è tornata ad essere da qualche tempo la protagonista indiscussa delle pareti di casa. Stanchi delle solite tinteggiature o di semplici quadri appesi, la carta da parati soddisfa la voglia di tridimensionalità, di grafiche alternative e di soggetti diversi dal solito.

Via libera quindi a disegni, piante e fiori, righe, personaggi più o meno realistici. La carta da parati riesce a rispondere alle esigenze di tutti perché personalizzabile e versatile in tutti gli ambienti della casa, dal soggiorno alla sala da bagno. Eh si, perché la carta da parti è diventata anche impermeabile e waterproof.

Ecco una selezione che abbiamo preparato per voi per conoscere questo mondo ancora un po’ misterioso tra aziende leader del settore e soggetti da posizionare sulle pareti delle vostre case.

carta da parati di InkiostroBianco

Natural

Per la prima categoria dedicata alla natura abbiamo scelto Cereus di InkiostroBianco, modello che fa parte della nuova collezione. In particolare il cactus preso in oggetto è a sua volta di gran tendenza negli interni di quest’anno. Fiori, foglia, alberi, tutto ciò che è vivo, respira e ci fa respirare come se fossimo all’aria aperta. Il soggetto naturale è sempre molto apprezzato, soprattutto se non si possiede il pollice verde! Spesso viene riadattato con disegni o con sfondi più urbani per renderlo leggermente più astratto.

carta da parati Cereus di InkiostroBianco

Geometric

Per gli amanti dei disegni, del pattern old shool proprio come la carta da parati era nata e come è riesplosa decenni fa, ecco che non ci abbandona la tendenza di tratti, righe e geometrie. L’esempio è Stripes firmata da Glamora. Segni esasperati in gran formato fanno da sfondo agli arredi di casa, usando colori basic oppure osando con toni più forti ma comunque mantenendo eleganza e sobrietà. Adatta a scelte d’interni minimal e dal forte impatto simbolico.

carta da parati Stripes di Glamora

Artistic

La carta da parati è un grande quadro che ricopre l’intera parete. Allora perché non scegliere un soggetto artistico? Eccone un esempio: Murgese Horses Design Jon Iubler per LondonArtWallpaper in tre varianti cromatiche, una tripudio di sensazioni, proprio come al museo.  Si aggiungono dettagli con pennellate, chiaroscuri in versione gigantografia per dare profondità all’ambiente.

carta da parati Murgese Horses Design Jon Iubler per LondonArtWallpaper

Landscapes

Apriamo la casa come se fosse un tutt’uno con il mondo esterno, come se fosse dall’altra parte del mondo, come se fossimo dei viaggiatori erranti in continuo movimento. La proposta per quest’ultima sezione è Saigon di Wall&Decò che ci trasporta in estremo oriente. Valigia alla mano o no, i paesaggi lontani, le architetture, i tetti delle città, sono sempre suggestivi e fanno volare anche comodamente seduti su un divano. Perchè non prendere un biglietto di sola andata per questo mondo fantastico?

carta da parati Saigon di Wall&Decò

articolo di Silvia Fabris 

161 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like