Infissi e finestre, come risolvere i problemi di rumori in casa

16 Shares
16
0
0

L’inquinamento acustico è un problema crescente in sempre più città italiane, e Milano è forse la capitale dei rumori del nostro Paese, sia per il traffico cittadino che per le altre fonti di frastuono, che complicano le nostre vite e possono provocare anche danni alla salute.

Ridurre il rumore in casa

Non sempre è possibile intervenire in maniera adeguata per risolvere questo problema, che deriva sia da fattori umani – come appunto il traffico di automobili, il vocio della movida e dei locali notturni, le urla dei vicini di condominio e così via – sia da cause ambientali più generali, ma ci sono alcuni semplici interventi di manutenzione domestica che possono dare ottimi risultati.

Gli interventi per isolare acusticamente le abitazioni

A spiegare come fare è il team di FinestreAntirumore, azienda specializzata nella produzione e nella vendita di serramenti con vari punti dislocati in Italia: più che semplici showroom, però, le sedi si caratterizzano perché consentono agli utenti di toccare con mano gli effetti delle installazioni, e così chi cerca soluzioni di infissi a Milano può visitare il negozio di Viale Romagna e vivere un’esperienza sensoriale innovativa, testando i benefici dei serramenti antirumore ancora prima dell’acquisto.

I consigli degli esperti

Il primo passo da fare, secondo gli esperti, è individuare la fonte del rumore che ci esaspera e ci impedisce di godere del silenzio in casa. Come dicevamo, ci possono essere cause umane – traffico, metropolitana e treni, cantieri in corso d’opera, apparecchi elettronici, aspirapolvere e altri suoni relativi all’ambiente domestico – o fattori ambientali, in cui rientrano l’abbaiare di cani o forti temporali.

I rischi del rumore

Tali situazioni provocano non solo uno stato di disagio e fastidio, con aumento delle condizioni di nervosismo, rabbia e irritabilità, ma nel lungo periodo possono sfociare in veri e propri problemi di salute: oltre a mettere in repentaglio il senso dell’udito, infatti, l’inquinamento da rumore può far sorgere disturbi del sonno, aumento della pressione sanguigna, incremento del livello di stress e addirittura problemi cardiovascolari.

La soluzione: le finestre antirumore

E quindi, il metodo più efficace per ridurre l’inquinamento acustico domestico è quello di prevedere l’installazione di finestre antirumore: gli infissi possono infatti proteggere l’ambiente casalingo dai rumori esterni e far calare drasticamente il rumore cronico, che rappresenta la forma di inquinamento acustico più pericolosa per la salute.

Come installare le finestre antirumore in casa

Ciò che conta, però, è rivolgersi a specialisti nella installazione di finestre isolamento acustico e infissi insonorizzati, perché bastano anche pochi dettagli lasciati all’improvvisazione per determinare un risultato inefficace e non adatto a ridurre il rumore.

Quattro consigli per non sbagliare

Sono quattro i consigli pratici offerti a chi sta pensando di ristrutturare casa e rinforzare il suo isolamento acustico:

  1. Chiedere una progettazione della posa in opera.
  2. Informarsi sui materiali che saranno utilizzati dall’impresa.
  3. Verificare se l’intervento sarà realizzato da posatori dipendenti (adeguatamente formati e specializzati, anche con certificazione e corsi di formazione specifici per l’acustica) o se il lavoro sarà appaltato a figure esterne altrettanto affidabili.
  4. Leggere le opinioni e controllare se l’azienda ha già risolto problemi come quello di proprio interesse.
16 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like