L’arredamento del bagno inizia dalle piastrelle

Il bagno è uno degli spazi più intimi della casa: quando a fine giornata si chiude la porta e ci si lascia alle spalle “lavoro-casa-famiglia” si tira un sospiro di sollievo e ci si prende qualche momento solo per sé. Che sia per un bel bagno caldo o per una doccia ristoratrice, quella è la parentesi della giornata dedicata solo a noi stessi.

Negli ultimi anni quindi, la progettazione e la cura del dettaglio del bagno hanno assunto una rilevanza sempre maggiore. Ristrutturare o anche solo fare un semplice restyling alla stanza richiede la stessa attenzione che si dedica per rinnovare la cucina o scegliere i mobili del soggiorno.

E da dove si parte per realizzare il bagno dei tuoi sogni? Dalle piastrelle!

Il mondo delle piastrelle bagno è davvero immenso, ma per fortuna il web ci ispira continuamente con le bellissime immagini che solitamente girano sui social network. Su Pinterest ad esempio ci sono album interi dedicati al mondo dell’arredo bagno che sono davvero un ottimo strumento per farsi almeno un’idea generale su cosa ci piace e cosa no.

Anche gli e-commerce di arredo bagno sono un’ottima fonte di ispirazione: ci si collega comodamente da casa e si studia la gamma di articoli proposti prendendosi tutto il tempo che serve.

Su acquaclick.com, ad esempio, la gamma dei rivestimenti bagno Marazzi è sempre in aggiornamento ed è possibile chiedere all’ufficio tecnico il rendering del proprio bagno con lo specifico schema di posa… per grazia dell’impresa edile che non deve improvvisare nulla!

Per iniziare a fare un po’ di luce nel mondo delle piastrelle bagno possiamo partire dicendo che esistono due tipologie di piastrelle: quelle da posare sul pavimento e quelle da posare sul muro, anche se di fatto esistono diversi modelli che vanno bene per entrambi.

Negli ultimi anni la moda legata all’arredo bagno vuole che la piastrella del pavimento sia diversa da quella del rivestimento e che sul muro ci siano dei decori che spezzano la linearità.

Se fino a qualche anno fa il decoro veniva posizionato nella parte alta del muro e lungo tutto il perimetro della stanza, ora si posiziona su larghe porzioni di muro: ad esempio nelle pareti della doccia, dietro ai sanitari o dietro al lavabo. Questo serve proprio per dare movimento alla stanza e per evidenziare alcuni elementi del bagno.

Tra le novità molto in voga ci sono le pavimentazioni in gres porcellanato… anche in bagno! In particolare, le piastrelle effetto legno sono molto amate perché rendono l’ambiente più caldo e armonioso e mettono ancora più in risalto il bianco della ceramica.

Immaginate una bella piastrella Marazzi effetto legno sia nell’angolo della doccia che dietro ai sanitari in ceramica bianca… ci si sente già rilassati e in pace col mondo!

Un’altra soluzione intramontabile è l’accoppiata bianco e nero. E’ un classico che non tramonta mai e la parete nera fa risaltare ancora di più i sanitari bianchi e le cromature della rubinetteria.

Una novità nel settore arredo bagno è invece l’utilizzo delle piastrelle effetto pietra. Rendono l’ambiente molto caldo e accogliente e creano quell’effetto rustico che, in contrasto con un arredo bagno moderno, dona all’ambiente un gusto raffinato.

Una volta scelta la tipologia di piastrella ci si può sbizzarrire sulla posa e sulla finitura.

Oltre alle svariate combinazioni di posa si può anche abbinare alle piastrelle uno stucco in tinta oppure a contrasto, in base al proprio gusto personale e alla tipologia di ambiente che si vuole realizzare.

Se ad esempio si è scelto un rivestimento neutro per dare maggiore risalto ad un mobile bagno di colore acceso, si può scegliere lo stucco in tinta con il colore del mobile e che va in netto contrasto con il colore della piastrella. Perché no? E’ sicuramente una soluzione originale e di forte impatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *