Le migliori idee di arredamento per la zona living e il soggiorno

31 Shares
28
0
3

soggiorno moderne di MDF Italia

Quali sono gli elementi di arredo che non possono mancare in un soggiorno? Gli esperti di interior design consigliano, per la zona living, un mobile da addossare alla parete o un modello autoportante, pensato per essere posizionato al centro della stanza: una soluzione che consente di suddividere l’ambiente con eleganza e funzionalità, visto che così è possibile recuperare spazio. Il mobile soggiorno ideale comprende vani chiusi ed elementi contenitore, mentre molteplici sono le varianti per le composizioni della parete attrezzata. Valutando diverse idee di arredamento moderno si può optare per composizioni destrutturate, che contribuiscono a dare vita a un design movimentato e contemporaneo; chi, invece, preferisce uno stile più tradizionale, non deve far altro che affidarsi a composizioni regolari simmetriche.

scaffale autoportante Minima 4.3 di MDF Italia
libreria a parete Randomito e moduli sospesi chiusi Inmotion di MDF Italia

Meglio uno stile tradizionale o una soluzione destrutturata?

Quali che siano gli elementi di arredo per cui si decide di optare, vale la pena affidarsi ad Artheco per trovare qualità e disporre di una vasta possibilità di scelta. Il più importante vantaggio che viene garantito dalle pareti attrezzate è quello della modularità: esse, infatti, possono essere assemblate in modo tale da dare vita a composizioni di misure differenti. Nel caso in cui si desideri un effetto tutta parete si può sempre ricorrere a moduli di dimensioni personalizzate. Se, invece, si propende per idee arredamento moderno destrutturate, ecco che l’effetto di insieme finisce per rivelarsi più mosso, anche perché gli spazi vuoti si alternano con quelli pieni. Gli elementi disallineati creano l’effetto di vivacizzare la zona living.

sistema modulare Modern di Porro
sistema modulare Modern di Porro

Un soggiorno sempre in ordine

Mostrare un soggiorno perfettamente in ordine ai propri ospiti è una necessità comune: non si tratta solo di pulire gli ambienti con regolarità, ma anche di arredarli in modo coerente e coordinato. A questo proposito, è utile prendere in considerazione l’ipotesi di nascondere i fili degli impianti hi-fi e del televisore: le opzioni utili in tal senso sono diverse, ma le più apprezzate sono rappresentate dalle pannellature o dai fori passacavo. A proposito di schermature, le ante scorrevoli consentono addirittura di nascondere gli impianti e i dispositivi, che si tratti di una console per videogiochi, uno stereo o un televisore.

sistema modulare Tutum di Valcucine Living

Guida alla scelta dei materiali

A questo punto, è legittimo domandarsi quali siano i materiali su cui conviene puntare per ottenere un risultato gradevole sia dal punto di vista estetico che sul piano funzionale. La risposta va individuata nel legno o, per essere più precisi, nei pannelli legnosi, con rivestimento melaminico o in laminato. Per chi desidera qualcosa di diverso, è possibile scegliere tra parti in metallo (le maniglie, i piedini e i montanti) o parti in vetro (le mensole o le ante), che possono essere laccate, colorate o trasparenti. In una zona living arredata secondo uno stile industrial, ad esempio, risultano decisamente di tendenza le finiture cromate e verniciate in colore nero.

tavolino basso Lowlands nero di Ligne Roset

Gli imbottiti

Ovviamente non può esserci soggiorno senza imbottiti: gli specialisti del settore raccomandano, a tal proposito, un evergreen che sembra non passare mai di moda come il divano in pelle, che contribuisce a dare l’idea di un salotto dal gusto ricercato ma comunque accogliente e familiare. Bello da vedere e piacevole da toccare, per la sensazione vellutata che regala al tatto, il divano in pelle ha conosciuto un primo boom tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, ma oggi sembra essere tornato di moda con una certa prepotenza. Quel che distingue gli imbottiti di oggi rispetto a quelli di 40 anni fa è il processo di produzione della pelle: la tendenza attuale è di puntare su procedure eco-sostenibili, fermo restando il valore dei trattamenti meccanici e chimici che hanno lo scopo di rendere il materiale più morbido e più elastico, ma soprattutto più resistente allo strappo.

divano Horizon pelle blu di Alivar

Le linee del divano (e della poltrona)

Nella scelta del sofà, uno degli aspetti principali a cui prestare attenzione è il design delle linee: il must odierno è quello che punta a forme essenziali e pulite, tali da accrescerne la versatilità. Un divano caratterizzato da questo stile, infatti, è in grado di integrarsi negli ambienti più diversi e riesce ad adattarsi a ogni contesto, a prescindere dalla morfologia e dai colori degli altri elementi di arredo. Non va dimenticato, poi, che un divano in pelle è un investimento dal punto di vista della longevità, realizzato per durare a lungo nel tempo anche quando ha un prezzo decisamente abbordabile. A mettere in evidenza la silhouette delle poltrone, invece, contribuiscono le strutture di sostegno, che in genere presentano uno spessore contenuto e sono realizzate in metallo (per un effetto visivo che risalti di più, comunque, non mancano le soluzioni che fanno a meno di piedini troppo slanciati).

poltrona in pelle Celine di Alivar

Quali colori scegliere per una zona living di tendenza? i colori freddi come il verde bosco o le gradazioni del blu sono stati molto in voga nelle collezioni del 2019 e ci aspettiamo che sia così anche nel 2020.

31 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like