Novacolor e la sua Joy Revolution

0 Shares
0
0
0

Quando si parla di finiture decorative di alto pregio, riconosciute e amate a livello internazionale, progetti di successo nel settore del design e dell’architettura a livello globale, una produzione sempre più orientata verso la sostenibilità e il green approach, si sta raccontando dell’universo di Novacolor e della sua Joy Revolution.

La rivoluzione gioiosa che Novacolor racconta in questi scatti vuole riportare armonia ed equilibrio dentro e fuori i nostri spazi abitativi e di socializzazione. Proprio in un momento in cui vivere insieme e condividere gli spazi è difficile, The Joy Revolution rimanda ad un nuovo modello di socialità vissuta a distanza, dove il forte senso di appartenenza e di condivisione ci rendono parte di un progetto più grande che ci impone di ritornare, quasi fanciulli, a prenderci cura di noi.

In un momento storico in cui il mondo sembra avvilupparsi nella spasmodica crescita del consumo, senza la consapevolezza della sofferenza che stiamo provocando al pianeta che ci ospita, il dovere di ogni impresa, di ogni istituzione e di ogni cittadino è di essere protagonista del cambiamento necessario per riportare il mondo al suo equilibrio.

The Joy Revolution nel mondo del colore diventa ricerca di un nuovo sistema di produzione più rispettoso dell’ambiente, il cui impatto sia minimo e che consenta alla comunità di fruire di prodotti performanti e salubri.

Novacolor è ormai da anni un player attivo e costante in questo movimento globale, non solo attraverso le sue campagne di comunicazione ma anche e soprattutto con l’impegno continuo nella trasformazione dei processi produttivi, che usano materie prime da biomassa per ottenere prodotti non solo sostenibili ma anche funzionali ad un nuovo concetto di abitare: il benessere e la consapevolezza.

Per chi in questi giorni di quarantena vuole utilizzare in maniera creativa il proprio tempo, Novacolor mette a disposizione del cliente il servizio di consegna a domicilio

www.novacolor.it

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like