Nuovo inizio, quando la rivoluzione passa per l’arredo

alcuni interventi a cui ispirarsi e che fanno bene

Un nuovo inizio, passa sempre per una rivoluzione, e la
casa non è esclusa.

Quando nella nostra vita avviene un cambio importante,
quello che più desideriamo fare è ripartire da zero, dalla classica pagina
bianca che ci permette di scrivere un nuovo inizio.

Perché solo reinterpretando la fine come punto di
partenza di un qualcosa di nuovo, si può costruire un progetto con basi solide
e positive.

La casa, con il suo arredo ormai familiare, può rivelarsi
un freno al cambiamento, per questo deve essere essa stessa teatro di una
rivoluzione.

Si inizia facendo la lista di tutte le cose che non ci
piacciono, quelle che vorremmo cambiare e quelle che invece sono proprio da
eliminare. E ovviamente non può mancare una lista dei desideri, completa di
tutti i sogni che vorremmo trasformare in realtà.

Una volta pronta la lista, si potrà iniziare con la
pianificazione di azioni a breve, medio e lungo termine. 

Ecco alcuni interventi
a cui ispirarsi e che fanno bene
:

1. Aumentare la quantità di luce, naturale e artificiale, perché la
luce non basta mai. Una nuova lampada vintage o di design, o un cambio di
disposizione dell’arredo che permetta al sole di arrivare ovunque.

2. Comprare delle piante nuove e creare una zona per le
piante aromatiche da usare in cucina. Sarà uno stimolo a una cucina sana e
quindi all’instaurarsi di un nuovo circolo virtuoso.

3. Imbiancare. Le pareti della casa hanno sempre bisogno di una
rinfrescata. Potrebbe essere l’occasione per optare per colori nuovi, magari
sostituendo il classico bianco.

alcuni interventi a cui ispirarsi e che fanno bene

4. Creare un angolo studio che sia funzionale e pratico per essere produttivi al
massimo.

5. Dare una seconda vita ai mobili dipingendoli o con il decoupage. In questi
casi il beneficio è doppio: nuovo elemento d’arredo e nuovo hobby.

6. Trasformare i mobili inutili in mobili utili. Ad esempio una vecchia scala, che non
serve più come tale, può essere usata come appendiabiti o come porta oggetti, a
seconda del modello.

alcuni interventi a cui ispirarsi e che fanno bene

7. Buttare, quando non c’è nulla da
salvare. Oltre ad essere psicologicamente liberatorio, lo è anche dal punto di
vista pratico, perché in casa ci sarà molto più spazio

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *