Quanto sono cambiate le case degli italiani?

infografica “Ho bisogno dei miei spazi”

Come si è evoluto il concetto
di casa
dagli anni ’50 a oggi?

Ce lo spiega Man Casaazienda specializzata in soluzioni d’arredo salvaspazioattraverso l’infografica “Ho bisogno dei miei spazi”, che ci
illustra come siano mutate le funzioni degli ambienti delle nostre case e ci
mostra
l’andamento nel tempo dei prezzi degli
immobili nel nostro Paese.

I giovani d’oggi non
vogliono la casa di proprietà!

Se fino a qualche anno
fa l’acquisto di una casa era frutto di una realizzazione personale, oggi si
registra un progressivo cambiamento di rotta.

I Millennials (i nati tra il 1985 e il 2000) non investono nel mattone. Preferiscono
affittare e non impegnare soldi. Complice la condizione sfavorevole del
mercato dell’occupazione, la crisi economica, ma anche un profondo cambiamento culturale. In una società che non
trasmette stabilità e certezze, permeata da un forte senso di precarietà, tutto
ciò che è a “lungo termine” ispira diffidenza ai giovani, che desiderano la
libertà di potersi inventare il proprio lavoro o di andare a vivere all’estero
in qualsiasi momento.

infografica “Ho bisogno dei miei spazi”

Cambia il concetto di casa,
cambia anche la concezione dei suoi spazi:

Assieme al concetto di
casa, sono mutate radicalmente la strutturazione e l’organizzazione degli
spazi. Oggi le case degli italiani riflettono i cambiamenti culturali
importanti avvenuti nel corso dei decenni.

Una volta la cucina
era la stanza dove la massaia dedicava molto tempo per preparare gli alimenti,
quindi la stanza occupava uno spazio separato della casa per evitare gli odori
caratteristici della cottura. Oggi la cucina è stata inglobata nella zona
living, che ospita un semplice piano cottura, in quanto il pranzo si consuma
fuori casa durante le pause lavorative.

Anche il bagno ha subìto una trasformazione in termini di spazi
occupati. Si è tramutato nell’area relax e in una sorta di pensatoio. Se tra
gli anni ’50 e ’70, nelle case ne era presente solo uno, oggi si tende ad
averne almeno due, ma di dimensioni minori e si opta per soluzioni en suite.

Le case di oggi, seppur più piccole rispetto a quelle del passato, hanno ambienti multifunzionali, come le camere da letto che vengono sfruttate anche per attività lavorative e di fitness.

infografica “Ho bisogno dei miei spazi”

Unico obiettivo: risparmiare!

Perché si comprano
case più piccole? Sono tre i motivi principali:

·risparmio di denaro a causa della crisi
economica e perché si vive sempre più in centri cittadini;

·risparmio di fatica, in quanto le coppie
anziane preferiscono appartamenti che richiedano meno impegno per la gestione;

·risparmio ambientale poiché gli
appartamenti più grandi consumano e inquinano maggiormente. 

infografica “Ho bisogno dei miei spazi”

Come sono cambiati i prezzi delle case nel tempo?

Il numero dei prezzi
delle case è cresciuto vertiginosamente. Nel 2015 il prezzo medio ponderato
richiesto per gli immobili residenziali italiani era di 2.066 euro per metro
quadro contro i 986 euro registrati nel 1965.

infografica “Ho bisogno dei miei spazi”

I centri urbani del Nord sono sul podio delle città più care d’Italia nel settore immobiliare.

Napoli è all’ultimo gradino della classifica per costo di affitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *