Ridipingere la facciata di casa

dettagli home decor

“Da poco ho dipinto la facciata
esterna della casa di mia proprietà; il risultato mi ha deluso. Mi ero
orientato sulla gamma dei bianchi ma non mi piace il risultato. Avendo la
possibilità di rifarla, ha qualche bel colore da suggerirmi o qualche bel tipo
di bianco che riscaldi un po’ la casa?”

La scelta del colore delle facciate
di una casa deve essere fatta tenendo in considerazione sia le caratteristiche
architettoniche e compositive dell’edificio sia il contesto nel quale è
inserito. 
È necessario valutare cromaticamente
tutti quegli elementi che contribuiscono a definire il volume esterno
(serramenti, copertura, canali e pluviali, inferriate, parapetti…) e il cui
colore inciderà sul risultato finale.

Inoltre, è importante scegliere
tonalità che richiamino l’ambiente in cui la casa è inserita: dal verde del
giardino alle nuance delle costruzioni limitrofe; tinte sbagliate possono
portare a soluzioni stridenti con il contesto circostante.

dettagli home decor

Nel
caso del nostro lettore, deluso dal risultato della tinteggiatura in bianco
puro, c’è da dire che la casa appare inserita in un contesto di campagna con
molto verde, montagne sullo sfondo e poche costruzioni circostanti.

L’abitazione
presenta molti elementi in legno: dalla struttura portante dei balconi con
travetti a vista, alla ringhiera, ai serramenti ed infissi, tutti in una tinta
noce biondo. Canali, pluviali e recinzione sono, invece, in una tonalità grigio
scuro.

Il
bianco puro scelto per le facciate, in questo caso, rende un po’ freddo l’edificio
e non mette abbastanza in risalto le cornici di porte e finestre (anch’esse
bianche).

Prendendo
spunto dalla forte presenza del legno, suggerirei un colore sempre luminoso ma
leggermente più scuro come il RAL 7004 Grigio seta che, contrastando con il
bianco delle cornici di porte e finestre, dona carattere e movimento a tutte le
facciate e inoltre si sposa bene anche con il grigio di canali e pluviali.

Un’alternativa
al grigio seta potrebbe essere il RAL 9001 Bianco crema che, pur mantenendo uno
schema monocromatico, dona un aspetto più caldo.

Il
mio suggerimento è quello di farsi preparare diversi campioni di colori e fare
delle prove sulle varie pareti (oppure stendere il colore su pannelli di
truciolato di almeno 1 metro per 1 metro e appoggiarli alle pareti in punti
diversi) così da valutare la composizione nell’insieme.

La normativa

Prima di scegliere il colore della
facciata verificate se il vostro Comune è dotato del Piano del Colore, ossia quello
strumento che fornisce indicazioni sulle tonalità da utilizzare per le finiture
esterne. Se la vostra casa ricade in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico,
potrete scegliere solo tra la rosa dei colori indicata dal Piano (a meno di
richiedere apposita autorizzazione all’Ente preposto alla tutela del vincolo).

arch. Roberta Casartelli

Per maggiori informazioni sul servizio clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *