Ristrutturazione di un appartamento di fine ‘900 a Roma

La cucina come cuore pulsante dell'appartamento

Situato all’ultimo piano di un edificio risalente al 1915, la progettista
Caterina Raddi ha ideato una soluzione per sfruttare al massimo lo spazio
,
senza trascurare il desiderio della Proprietaria di casa che voleva la cucina
quale cuore pulsante dell’appartamento
.

La decisione di collocare la cucina al centro dell’appartamento ha
comportato la necessità di delicati interventi sulle murature portanti e così
le cerchiature sono diventate elementi decorativi lasciati a vista.

La trasformazione dello spazio esistente è stata eseguita senza alterare le
caratteristiche estetiche originarie
anzi si sono esaltate portato totalmente a
vista i bellissimi pavimenti in esagoni policromi in cemento e alcune pareti
originarie che avevano delle decorazioni dai toni pastello. Lo spazio risulta
caldo e accogliente, con richiami industriali in contrasto con i materiali
tipici dei primi del Novecento accostati a cementi e colori moderni ricercati
nella scala dei grigi.

Tutto l’arredamento è stato realizzato su misura, dalla cucina in muratura
rivestita in cemento al tavolo da pranzo che può estendersi fino ad ospitare 16
persone. La scelta della progettista di sviluppare la superficie calpestabile
su due livelli ha permesso, oltre al passaggio degli impianti, anche di
ricucire i pavimenti mancanti in alcune zone.
 Il mix tra il vecchio e il nuovo pavimento è
stato risolto con del parquet in rovere tinto grigio che si affianca ai colori
rossi e verdi degli esagoni.

Foto di Paolo Fusco via Archilovers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *