Sostituire i serramenti di casa: Legno, PVC o Alluminio?

Guida all'acquisto degli infissi

Devi cambiare le finestre di
casa? Approfitta degli incentivi statali previsti per il 2017 e segui questa
mini guida per scegliere la tipologia giusta.

Tra gli interventi di ristrutturazione edile che
rientrano nelle agevolazioni previste dalla Legge di Stabilità 2017 si
confermano ed estendono i benefici fiscali sulla casa come la sostituzione di
serrande, infissi esterni, serramenti e persiane.

Per una scelta personalizzata è molto importante
potersi affidare al parere di esperti di fiducia a cui rivolgere domande più
specifiche.

Quante volte abbiamo pensato di rinnovare le finestre
di casa, ma per vari motivi abbiamo sempre rimandato? Magari un po’ per i
costi, un po’ per i tempi, talvolta troppo lunghi e impegnativi, un po’ per
indecisione sulla tipologia di materiale da scegliere. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza, soprattutto su quest’ultimo
punto.

Molteplici fattori influiscono sull’efficienza dei
nostri infissi, rendendo molto più
adatte alcune tipologie di serramenti rispetto ad altre
a seconda della
zona in cui viviamo e alle condizioni climatiche a cui saranno sottoposti. Le
caratteristiche tecniche a cui dobbiamo prestare attenzione, oltre al costo,
sono principalmente due: termiche e acustiche.

Infissi in Legno

Storicamente il
legno è il
materiale più usato per gli infissi
, perché un legno di alta qualità offre un isolamento
termico che non ha eguali, motivo per cui viene sempre usato prevalentemente in
luoghi freddi. 

Guida all'acquisto degli infissi

Porta finestra in legno di Capoferri

Fra i principali vantaggi, oltre all’ottimo isolamento termico, i serramenti
in legno offrono anche un livello di isolamento
acustico
difficilmente raggiungibile con materiali quali il PVC e
alluminio. Inoltre, il legno dà la possibilità di essere tagliato, rifinito e
personalizzato a seconda dei nostri desideri e delle dimensioni di cui
necessitiamo.

Di contro, il legno soffre l’esposizione prolungata
al sole e alle intemperie in generale, necessitando pertanto di un po’ di
manutenzione, in maniera da resistere a lungo negli anni, senza perdere la sua
efficacia.
Seguendo una categorizzazione nota ai più, sarebbe
corretto dire che le conifere, ovvero gli alberi 
con foglie aghiformi, si prestano meglio ad essere usati in zone di montagna, con un clima più
rigido e un maggiore rischio di intemperie e danni al legno. Dall’altro canto,
i legni appartenenti agli alberi della famiglia delle latifoglie sono indicati
per un clima più mite. Una
valida
alternativa
è costituita dal teak,
un legno le cui caratteristiche conferiscono un’alta resistenza verso le
intemperie e una buona durata nel tempo.

Infissi in
Alluminio

Gli infissi in alluminio sono un’alternativa presa in considerazione da
molti, poiché offrono alcuni sostanziali vantaggi. Il principale è dato dal
fatto che non si deteriorano nel tempo,
risultando un investimento a lungo termine. In aggiunta, si tratta di un
materiale dal peso leggero ed è ideale qualora siano necessari serramenti di grandi dimensioni, o la
cui forma debba essere modellabile (è un metallo morbido in fase di
lavorazione). 

Guida all'acquisto degli infissi

Finestra a battente in alluminio ESTER di ES Finestra

Fra le opzioni di materiale con cui possono essere
realizzati i
serramenti
, l’alluminio è anche quello che presenta i maggiori
difetti. Si tratta infatti di un materiale conduttore di calore e in quanto
tale riduce i livelli di isolamento termico e acustico. Inoltre, spesso è responsabile
della formazione di condensa causata dalla differenza di temperatura fra
l’interno e l’esterno della nostra abitazione. Per sopperire a tali problemi,
può essere usato in maniera molto
efficace in combinazione con il legno
, come spiegheremo più nel dettaglio
più avanti.

Infissi in PVC

Il PVC è una delle materie plastiche più utilizzate
al mondo per via delle sue principali caratteristiche. Innanzitutto, guardando
ai costi dei serramenti, è il più
economico dei tre materiali
, e può essere facilmente modellato a seconda delle esigenze, a livello di forma o
colori (disponibile anche con effetto legno). 

Guida all'acquisto degli infissi

Finestra scorrevole PVC EKOSOL di OKNOPLAST 

Inoltre, a differenza dell’alluminio, garantisce un buon isolamento termico e acustico, senza
creare alcun problema di condensa
Al pari di legno e alluminio, anche il PVC ha delle
controindicazioni, la principale è senza dubbio il potenziale deterioramento
quando esposto a determinate condizioni. L’esposizione prolungata al sole, ad
esempio, mina fortemente la solidità dei serramenti in PVC e, di conseguenza,
la loro efficacia nell’isolare acusticamente e termicamente l’abitazione. Un
altro aspetto negativo è dato 
dall’impossibilità di effettuare manutenzione o
rispristinare lo stato originale del PVC nel caso in cui si deteriori. Per cui,
se viviamo al sud o sulle isole, specialmente se i serramenti saranno esposti
sul lato sud della nostra casa, potrebbe essere consigliabile optare per
un’altra soluzione.

Combinazione
Legno-Alluminio o Alluminio-Legno

Poiché ognuno dei tre materiali ha pregi e difetti,
che li rendono più o meno adatti a
seconda del luogo
in cui viviamo, l’ultima opzione è di valutare infissi
che sfruttino una combinazione di più materiali, unendo le caratteristiche
migliori di ognuno. 

Guida all'acquisto degli infissi

Porta finestra legno alluminio CLOUD di BG Legno

I serramenti in alluminio-legno ad esempio, sono
realizzati strutturalmente in alluminio, ma internamente hanno una copertura in
legno che aumenta lievemente le prestazioni termiche.

Più interessanti
dal punto di vista tecnico sono invece gli infissi in legno-alluminio
,
ovvero serramenti in legno che hanno le caratteristiche pregiate del legno, ma
con un rivestimento in alluminio all’esterno che protegge il legno dal sole o
dalle intemperie, i due maggiori pericoli che minacciano la durata del legno
nel tempo. Una combinazione che spesso si rivela vincente perché limita i
difetti e massimizza i pregi di entrambi questi materiali. Di conseguenza, l’infisso diventa resistente nel tempo, una caratteristica dell’alluminio, e sfrutta
l’ottimo isolamento termico e acustico che un legno di qualità garantisce negli
anni.

Il principale aspetto negativo, riguarda però i costi
poiché la lavorazione ‘doppia’, ovvero di entrambi i materiali, fa
necessariamente salire il prezzo degli infissi stessi.

La scelta dei serramenti ha ripercussioni sulla
nostra vita quotidiana e sulle bollette che dovremo pagare, per cui è
fondamentale raccogliere informazioni in anticipo e affidare l’esecuzione dei lavori a dei professionisti di fiducia così
da non correre il rischio di avere brutte sorprese
.

1 Comment

  1. Fabio Parisi
    17 Maggio 2017 / 2:30 pm

    Noi per casa abbiamo scelto di far installare persiane e serramenti in alluminio con verniciatura effetto legno, davvero molto eleganti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *