Speciale cucina: come scegliere il rubinetto per il lavello

dettagli home decor

Come scegliere il
rubinetto più adatto alla nostra cucina?

Sono molti gli aspetti
da considerare quando si acquista un nuovo rubinetto, aspetti sia di tipo funzionale
che estetico. 

Per prima cosa, è importante valutare praticità, comodità d’uso e
robustezza
dal momento che, nell’arco della giornata, il rubinetto viene aperto
e chiuso molto frequentemente. Da non trascurare neppure le innovazioni
tecnologiche legate al risparmio di acqua ed energia
che caratterizzano molti
dei modelli di ultima generazione. Dobbiamo anche fare attenzione alle
proporzioni e optare per un rubinetto che si coordini alla forma e alle
dimensioni del lavello oltre che allo stile della cucina
I modelli in commercio
sono davvero molti e per questo vi proponiamo una guida all’acquisto del
rubinetto più adatto alle vostre esigenze.

I materiali

La rubinetteria da
cucina deve garantire igiene e durata nel tempo. Un’ottima scelta può essere l’acciaio
inox che non cambia colore, non si annerisce e si pulisce facilmente; inoltre possiede
importanti proprietà antibatteriche che assicurano la purezza dell’acqua. Vengono
utilizzati anche l’ottone, soprattutto nelle cucine più tradizionali o le finiture
cromate che rendono il miscelatore particolarmente lucido. Molti modelli sono
disponibili con finiture colorate, sia lucide che opache.

Le tipologie

I rubinetti da cucina
possono essere monocomando, cioè dotati di un’unica leva o di una sola manopola
che regola sia il flusso che la temperatura dell’acqua. La manopola può essere posizionata
accanto, sopra o davanti al becco di erogazione.

Un esempio è il
modello Axor Citterio di Hansgrohe srl, un
miscelatore monocomando con tecnologia doccia che mescola l’acqua con l’aria
per offrire uno spumeggiante getto a pioggia.

dettagli home decor

Axor Citterio,
miscelatore monocomando con finitura cromata; in questo modello la leva è posizionata
a fianco del lavello tramite il montaggio a due fori.

In alternativa al
monocomando si può scegliere un modello a due manopole, in cui l’erogazione del
flusso e la regolazione e della temperatura avvengono attraverso l’apertura
separata della manopola dell’acqua fredda e quella dell’acqua calda come Future
di Noken,
un miscelatore a doppio comando con becco di erogazione orientabile.

dettagli home decor

Il miscelatore Future
a due manopole riprende, nello stile, le forme classiche a cui unisce un alto
grado di tecnologia per un design moderno e accattivante.

La collocazione

Un aspetto importante,
da tenere in considerazione quando si sceglie la rubinetteria, riguarda la
distribuzione della cucina. In una cucina disposta a parete, ad esempio, il
miscelatore può essere posizionato direttamente a muro. Il becco di erogazione,
in questo caso, dovrà essere abbastanza lungo per raggiungere il lavello. Con
un lavello ad incasso su una penisola, sceglieremo un modello da appoggio,
fissato al top o inserito nel lavello stesso. Quando il lavello da cucina è posizionato
in prossimità di finestre o infissi che potrebbero intralciare il loro corretto
funzionamento, meglio optare per un rubinetto snodabile, appositamente
progettato per l’installazione sotto-finestra.

dettagli home decor

Isy ZP1620 di Zucchetti,
miscelatore a muro monocomando con bocca girevole e aeratore
.

dettagli home decor

Miscelatore da
appoggio Paola & The Kitchen di Mamoli Rubinetteria, disegnato da Paola Navone,
è disponibile nella versione a tre fori per lavello, in ottone cromato e leve
verniciate, con bocca di erogazione alta girevole.

dettagli home decor

Miscelatore
monocomando KT 501 della linea Contemporary di Cristina Rubinetterie, con leva laterale destra per cucina
sottofinestra. Minimalismo, estrema funzionalità e tecnologia d’avanguardia
caratterizzano questo miscelatore disponibile in diverse finiture (cromo,
argento, ramato, ottone antico).

Lo stile

Classici o moderni, i
rubinetti devono coordinarsi con la forma e le dimensioni del lavello e con lo
stile della cucina.

Per una cucina
tradizionale in legno, si può optare per un modello new classic a doppio
comando, magari con eleganti leve in ceramica al posto delle manopole, come Antica
di Nobili
Rubinetterie
: forma classica e bocca girevole, utilissima per
servire entrambe le vasche di un lavello doppio.

Un rubinetto in stile
retrò valorizzerà il lavello di una cucina country; ad esempio la collezione Charlie,
sempre di Nobili Rubinetterie, propone una finitura ramata per i miscelatori da
piano e li completa di doccetta estraibile a doppio getto, estremamente utile e
funzionale.

dettagli home decor

Antica, il fascino di
un rubinetto in stile classico dalle alte prestazioni tecniche e di estrema
funzionalità.

dettagli home decor

Charlie, miscelatore
con doccia a doppio getto e ritorno automatico.

In una cucina moderna,
spesso con un’isola centrale che ospita fornelli e lavabo, il design del
miscelatore deve offrire una perfetta combinazione di funzionalità ed estetica.
È importante, infatti, che il miscelatore possa raggiungere con comodità ogni
zona dell’isola. Le forme sono le più varie: dalle linee squadrate e decise
alle curvature accentuate, che disegnano una U rovesciata. Generalmente in
acciaio, in alcuni modelli l’effetto brillantezza viene accentuato con speciali
cromature. 

dettagli home decor

Il miscelatore da
cucina Pivot di Dornbracht ha un raggio d’azione di ben
360 gradi e, grazie alla lunghezza del braccio, è la soluzione ideale per le
cucine con isola.

La tecnologia

Sempre più tecnologi e
green, i miscelatori possono essere dotati di dispositivi che ne aumentano la
praticità e che concorrono a ridurre i consumi di acqua e di energia in maniera
significativa.

L’impiego di un riduttore
di flusso, ad esempio, permette di controllare il getto dell’acqua e limitarne il
consumo. Per non sprecare acqua calda è utilissimo il limitatore di temperatura
o miscelatore termostatico, con il quale è possibile impostare e mantenere costante
la temperatura dell’acqua; il silenziatore serve, invece, per attutire il
rumore del getto.

Gran parte della
rubinetteria da cucina è dotata di una pratica doccetta collegata a un tubo
estraibile che permette di dirigere a piacimento il flusso d’acqua. Ideale per
il lavaggio delle stoviglie o per riempire le pentole. Nei miscelatori semi
professionali, il doppio getto consente un controllo totale del flusso
dell’acqua e permette di alternare il flusso normale a quello doccia.
Estremamente pratica e versatile anche la doccetta estraibile ed orientabile a
360 gradi che caratterizza alcuni dei miscelatori professionali come Fox Pro di
Franke
in acciaio inox cromato. La sua doccetta permette di orientare il doppio flusso
secondo le proprie necessità senza ingombrare, facilitando il lavaggio di tutti
i cibi e stoviglie (anche le più ingombranti). 
Minta Touch di Grohe, è un prodotto tecnologicamente
all’avanguardia dotato di sistema easy touch che permette, con un semplice
tocco sulla bocca di erogazione o sul corpo del miscelatore, di aprire e
chiudere l’acqua. Un’apposita leva consente, inoltre, di regolarne flusso e
temperatura.

dettagli home decor

Fox Pro è un miscelatore
professionale dallo stile minimal adatto a qualsiasi lavandino. Dotato di
doccetta estraibile a doppio getto e rotazione a 360 gradi.

dettagli home decor

Una fusione perfetta
di tecnologia e design caratterizza il miscelatore Minta Touch, azionabile con
un semplice tocco della mano.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *